Accoglienza migranti, Colucci chiede trasparenza e scrive al prefetto

L'esponente dei Riformisti Toscani dopo il focolaio di coronavirus in una struttura di Lunata

Accoglienza migranti, i Riformisti Toscani chiedono trasparenza tramite il prefetto.

Con una lettera alla Prefettura Francesco Colucci torna a chiedere lumi sul territorio di Capannori, anche a seguito della scoperta di un focolaio di coronavirus in un centro di accoglienza per richiedenti asilo a Lunata.

“Non dare informazioni aggiornate su come funziona questa accoglienza – si legge nella lettera al prefetto – su chi la gestisce, sulle misure prese per i controlli sanitari a difesa della loro e della nostra salute, non le sembra che possa aiutare chi pesca nel torbido su questi temi? Che specula su questi disgraziati per cavalcare le paura dei cittadini, scossi dal Covid19, per penosi vantaggi elettorali? Non conoscere alimenta la paura. La conoscenza dei fatti reali, delle procedure, dei controlli sempre scrupolosi, non pensa possa stroncare ogni vergognosa speculazione su questi temi? Sapere aude”.

“Le battaglie giuste e legittime vanno condotte a viso aperto, senza timori – prosegue Colucci – Rivolgo a lei, una rispettosa domanda: non crede opportuno far conoscere quanti e dove sono i centri di accoglienza richiedenti asilo, chi le gestisce, le procedure attuate per una accoglienza dignitosa e controllata per la loro e la nostra salute?”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.