Contributo affitto, Martinelli: “Comune tolga i limiti e snellisca l’iter burocratico”

Il capogruppo di centrodestra torna a denunciare le criticità del bando

“Il Comune annulli i criteri che limitano i beneficiari e snellisca l’iter burocratico per ottenere il contributo affitto”. A richiederlo è il presidente del gruppo consiliare di centrodestra Marco Martinelli, dopo aver denunciato le criticità presenti nel bando pubblicato dal Comune di Lucca.

“E’ una presa in giro: – aggiunge Martinelli- da una parte il comune eroga solo per alcune attività un minimo contributo di 500 euro, dall’altra per accedere a questo fondo un titolare di attività deve perdersi in un tortuoso iter burocratico. Le criticità già evidenziate durante il dibattito in consiglio comunale stanno chiaramente emergendo. Visto che a Lucca arriveranno dallo stato oltre 7,1 milioni di euro è incomprensibile che l’amministrazione Tambellini abbia poi limitato la platea dei beneficiari del contributo istituendo dei criteri molto stringenti. Oggi c’è bisogno di snellire la burocrazia se veramente si vuole aiutare i titolari di attività che con grande fatica ogni giorno danno lavoro a molte famiglie”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.