Previti (Italia Viva) alla manifestazione con i precari della scuola

La candidata ha dato vita e coordina un comitato toscano di docenti precari

Si è svolta davanti Montecitorio ed al Miur una manifestazione indetta da 35 comitati di docenti della scuola, per la prima volta senza alcuna sigla sindacale e politica.

A guidare un piccolo gruppo di docenti lucchesi c’era anche Gaia Previti docente precaria della scuola superiore, titolare di un’affermata società di ricerca e selezione del personale, oggi candidata alla Regione, per Italia Viva + Europa.

“Gaia Previti – spiega Italia Viva + Europa – insieme ad altri colleghi toscani ha dato vita e coordina un comitato toscano dei docenti precari arrivato in 2 mesi a circa 2000 insegnanti ed ha partecipato a Roma agli incontri a Montecitorio ed al Ministero dell’istruzione per portare avanti le proposte dei docenti sulla apertura della scuola, la lotta alle classi pollaio, l’assenza di una nuova organizzazione dei trasporti per gli studenti, per finire con le tematiche specifiche del precariato. La provincia di Lucca ha circa un 40% di docenti precari, soprattutto nelle scuole secondarie di II grado e nelle zone disagiate della Garfagnana. I precari non cercano una sanatoria ma l’istituzione di un percorso abilitante per l’immissione in ruolo coprendo migliaia di posti vacanti da anni”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.