Quantcast

Salvini e Ceccardi in città, il presidente di Lucca Crea fa da ‘cicerone’

Mario Pardini in compagnia anche del presidente emerito del Senato Marcello Pera

Un cicerone d’eccezione in città per l’ex vicepremier Matteo Salvini e la candidata governatrice Susanna Ceccardi.

Ad accompagnare gli esponenti della Lega per un breve giro per le vie del centro in attesa del comizio in piazza San Giusto c’era, infatti, il presidente di Lucca Crea, società partecipata del Comune di Lucca e organizzatrice di Lucca Comics and Games e altri eventi cittadini, Mario Pardini.

Pardini, è noto, nonostante sia stato nominato per il ruolo da una giunta di centrosinistra ha sempre rappresentato simpatie per la sponda opposta dello schieramento. Giovane imprenditore, con interessi in Italia e in Argentina, è stato peraltro più volte indicato come possibile candidato a sindaco di Lucca alla scadenza del secondo mandato Tambellini. E quello di oggi potrebbe rappresentare un significativo passaggio in visto di una possibile investitura ufficiale.

Mario Pardini, inoltre, questa mattina prima del comizio ha consumato la colazione al noto locale Turandot in piazza San Michele insieme ad un’altra vecchia conoscenza della politica lucchese, ovvero il presidente emerito del Senato, Marcello Pera. Pera oggi si è presentato in piazza San Giusto al comizio di Ceccardi e Salvini abbracciando affettuosamente l’ex vicepremier e la candidata, dimostrando quindi la scelta di campo di uno dei fondatori di Forza Italia a favore dell’ex sindaco di Cascina, attualmente europarlamentare della Lega.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.