‘Il diario del viaggiatore’, la guida della candidata Franchini per rilanciare il turismo

L'autrice: "L'opuscolo riguarda i territori della Garfagnana e Mediavalle ma può essere esteso a tutto il territorio della Piana di Lucca"

Una guida turistica pronta per essere stampata. E’ questo il progetto per anni rimasto nel cassetto della candidata alle prossime elezioni regionali Tania Franchini ma che da un anno ha iniziato a prendere forma in una sorta di diario del viaggiatore. L’opuscolo sarà dotato di una cartina dove saranno contrassegnati tutti i comuni della destinazione turistica e una pagina bianca dove il viaggiatore potrà scrivere appunti ed annotarsi i luoghi dove ritornare e quelli rimasti da visitare. Così Franchini intende rilanciare il turismo in Garfagnana e in Mediavalle per poi estendere l’iniziativa all’intera Piana di Lucca.

“Ho l’oppurtunità di riproporlo, strutturato seguendo le indicazioni, i bisogni e le necessità dei turisti, con la collaborazioni degli operatori di settore – spiega Franchini -. Da anni nella provincia di Lucca mancano dépliant turistici istituzionali. Un anno fa ho deciso di realizzarlo, un prodotto fondamentale per farci conoscere nei mercati turistici nazionali e internazionali, per attrarre turisti e permettergli di fruire delle bellezze che la Provincia di Lucca offre. Intenet può sopperire a molte informazioni, molto spesso frammentate e, a volte, non aggiornate, il dépliant cartaceo rimane uno strumento per influenzare il turista, dà visibilità immediata alle persone che devono decidere dove andare in vacanza e diventa un servizio fondamentale nell’accoglienza turistica, per chi vuole conoscere cosa si può fare o vedere sui nostri territori”.

Il diario del viaggiatore è una ‘narrazione’ dei nostri luoghi, che abbraccia tutta la destinazione turistica, suddivisa in ambiti, in questo caso si descrive la Garfagnana e la Valle del Serchio, ma è replicabile per la Piana di Lucca e la Versilia – spiega Franchini -. Per la copertina mi sono ispirata a un trattamento che richiama gli anni ’70 , inserendo l’immagine di un vecchio Van Volkswagen con cui tante persone hanno girato il mondo e che rappresenta un’icona del viaggio e dell’esplorazione del mondo in libertà. Territori a vocazione turistica come i nostri, devono ripartire e ripensare il turismo come risorsa per l’ambiente e l’economia, mettendo a sistema tutto ciò che è collegato al settore turistico e commerciale, compreso i nostri prodotti enogastronomici, partendo dalle ‘fondamenta’ e quindi da un dépliant che descrive i nostri territori, attraverso testi ed immagini. L’opuscolo sarà dotato di una cartina dove saranno contrassegnati tutti i comuni della destinazione turistica ed una pagina bianca, dove, proprio come un diario, il viaggiatore potrà scrivere appunti ed annotarsi i luoghi dove ritornare e quelli rimasti da visitare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.