Prima campanella, Veronesi (Pd): “Stop alle polemiche per il bene di insegnanti e famiglie”

Il candidato alle regionali: "Speriamo che la pandemia non incida sull'educazione dei nostri giovani"

Inizia la scuola, interviene il candidato Pd Alberto Veronesi.

“Quest’anno – dice – quel che fa la differenza non è la data d’inizio, ma il clima che si respira a questo nuovo suono della campanella. La pandemia, che da crisi sanitaria è diventata anche economica e sociale, c’è da sperare non finisca per penalizzare anche la fase più importante dei nostri figli e dei nostri nipotini. Victor Hugo diceva che ‘aprire una scuola vuol dire chiudere una prigione’. Se penso al clima di ignoranza e sottocultura che si trasforma in odio che abbiamo respirato in queste ultime settimane, c’è da trasalire. Willy non tornerà più a scuola e Maria Paola, ammesso che fosse il suo desiderio, non entrerà mai in un’aula universitaria”.

“Il valore della scuola non è, però, solo nella socializzazione dei ragazzi – dice ancora – o per la necessità di un rapporto con gli insegnanti che sia fatto di occhi che incontrano altri occhi, ma anche per quei piccoli riti quotidiani – sveglia,  prepara la cartella, prendi la merenda  – che abbiamo per anni forse detestato, ma la cui assenza ha scandito più di ogni altra la nostra distanza dalla vita reale ed ha marcato di più la drammaticità del Covid. Ed è per questo che, stamani, insieme al buongiorno e agli auguri di quelli che una volta erano chiamati i “remigini” (da San Remigio), vorrei lanciare un appello”.

E conclude: “Dobbiamo cercare, tutti, di dimostrare la capacità di essere comunità, proclamiamo una moratoria delle polemiche, affinché a scuola gli insegnanti – che dobbiamo ringraziare per il lavoro svolto in questi mesi difficili – e le famiglie prendano per mano i nostri bambini e li accompagnino verso il futuro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.