Agricoltura, Puppa e Mercanti: “Valorizzare i giovani imprenditori”

I candidati: "Pensiamo a programmi che incentivino e sostengano l’imprenditorialità. I giovani "

L’agricoltura rappresenta uno dei comparti più importanti del nostro territorio ed è nostra ferma intenzione portare a Firenze le necessità di questo settore, per riuscire a renderlo sempre più strategico per il nostro tessuto economico che non può vivere di soli turismo e servizi, come questa crisi ha ben messo in evidenza, anche se per chi opera come amministratore non si tratta certo di una scoperta”.

Così Mario Puppa e Valentina Mercanti, candidati Pd in Regione, assolutamente dalla parte dei giovani: “Innanzitutto – spiegano – vogliamo valorizzare i giovani imprenditori agricoli. Se oggi l’agricoltura sta vivendo una rinascita è proprio grazie ai giovani che, di fronte a un mercato del lavoro eccessivamente flessibile e senza grandi possibilità di crescita credibili, specializzandosi anche con percorsi formativi gratuiti messi a disposizione dalla Regione, si sono messi in gioco e sono riusciti a dare nuova linfa all’agricoltura di tutta la nostra provincia, portando i suoi prodotti ad essere riconosciuti come eccellenze in Italia e nel mondo, ma anche facendo rivivere territori che rischiavano di essere abbandonati. E dalla Versilia alla Garfagnana, di esempi ce ne sono tanti”.

“Per loro – continuano Puppa e Mercanti – pensiamo a programmi che incentivino e sostengano l’imprenditorialità, soprattutto se si tratta di coltivazioni bio e all’interno di piccole filiere produttive di qualità, ma anche per agevolare nuovi sviluppi della castanicoltura, per una nuova gestione del bosco finalizzata alla conservazione della biodiversità. Proprio il biologico e il biodinamico sono metodi di coltivazione su cui intendiamo puntare molto, perché sono allo stesso tempo un ritorno e un’evoluzione dell’agricoltura a forme di coltivazione sostenibili, non inquinanti, estremamente controllate dal punto di vista della qualità del processo e del prodotto. Inoltre, con opere di manutenzione capillare dei terreni, permettono di contrastare il dissesto idrogeologico che il cambiamento climatico in atto alimenta sempre più. Non ultimo, nel momento in cui noi tutti possiamo comprare dai nostri produttori a km0, facciamo sì che i soldi che spendiamo rimangano sul territorio”.

Non dimentichiamoci – proseguono i candidati – che l’agricoltura ha anche un grande valore promozionale del territorio: esiste, oggi, un turismo che valorizza proprio le aree a forte vocazione agricola. Dalla diffusione nazionale e internazionale dei prodotti di eccellenza, quali olio, vino o farina di castagne, al successo dei nostri agriturismi, ai percorsi turistici in mezzo al verde, tutto ci fa comprendere come il comparto agricolo non si limiti più ad essere fine a se stesso, ma abbia ripercussioni su tutto il sistema economico del territorio, oltre a dare un’attenzione al paesaggio che rende attrattivo il territorio anche per quel turismo verde, lento e responsabile che stiamo tutti riscoprendo e che arriva anche in luoghi prima non toccati dai grandi flussi”.

“Ecco, partendo da questi punti, vogliamo portare a Firenze la voglia vivere e crescere che ha l’agricoltura della provincia di Lucca. E lo vogliamo fare portando nella scuola la cultura e la storia del nostro territorio, nonché promuovendo un’educazione all’alimentazione con i prodotti della nostra terra, per una migliore qualità della vita. Infine – concludono Puppa e Mercanti – vogliamo effettuare un’attenta opera di reperimento fondi, da quelli locali a quelli nazionali e locali, per promuovere un forte sviluppo del mondo agricolo, affinché questo possa essere sempre più strategico nella nostra economia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.