Fazzi (Pd), appello al voto: “Il futuro che vogliamo include le donne”

La capolista: "Serve una classe dirigente all’altezza, capace di affrontare le sfide europee e quelle del proprio territorio"

Francesca Fazzi, un appello al voto per le regionali.

“Salute, ambiente, lavoro e formazione, diritti – dice –  Nel suo primo discorso sullo stato dell’Unione Ursula Von Der Leyen ha rilanciato con determinazione temi che richiedono uno sforzo unitario e collettivo, in un momento difficile a causa di una pandemia globale. Una donna, la presidente cristiano-democratica dell’Unione europea, che assomma in sé valori oggi fondanti ed identitari della sinistra: Europa, lavoro, salute. Una donna che oggi ha reso tema politico una parola chiave: “responsabilità”, mostrandoci la strada attraverso la quale l’emergenza Covid-19 sia stata emergenza epocale, ma allo stesso tempo un’opportunità, come dimostrano i 209 miliardi del Recovery Fund che, alla fine, arriveranno nel nostro paese. Una somma senza precedenti che potrà aiutare l’Italia e la Toscana a modernizzarsi e ad affrontare problemi che la affliggono da anni”.

“Ho iniziato questa campagna elettorale – dice Francesca Fazzi – con la firma del Patto delle donne della Toscana e la termino, oggi, con un appello al voto che rivolgo direttamente al mondo femminile e ai grandi valori di cui è portatore: i grandi temi della tutela sociale, della necessità di attenzione verso i più fragili, la preoccupazione verso l’ambiente, l’istruzione, la formazione trovano nel mondo femminile una sensibilità forte, un’apertura costruttiva e trovano nel programma di Eugenio Giani risposte chiare, programmi concreti”.

“Per far sì che gli aiuti europei finiscano dispersi in mille rivoli o in proposte irrealizzabili ci vogliono idee e competenze, visione e lungimiranza – conclude –  Serve una classe dirigente all’altezza, capace di affrontare le sfide europee e quelle del proprio territorio. A ridosso del voto che domenica e lunedì siamo chiamati ad esprimere, mi ritrovo a condividere ed esprimere con forza le motivazioni che mi hanno spinto ad impegnarmi nella lista del Partito Democratico per Eugenio Giani Presidente della Regione Toscana. Un uomo che ha fatto dell’affidabilità e della competenza la sua cifra politica e del quale abbiamo bisogno, oggi più che mai”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.