Regionali, Loconsole (M5S) punta su vita indipendente, acqua pubblica e sanità

Il capolista a Lucca: "Abbiamo la possibilità di cambiare passo in Toscana, facciamolo con Irene Galletti"

Il candidato capolista del Movimento Cinque Stelle, Claudio Loconsole, risponde alle domande di Lucca in Diretta in vista del voto

È stata una campagna elettorale molto combattuta anche se breve e condizionata dal Covid-19: quale sarà il motivo principale che convincerà gli elettori a far vincere il MoVimento 5 Stelle?
Un programma innovativo basato sulla nostra visione di una Regione che fa “sistema” tra il lavoro, l’ambiente, la sanità, la cultura, il sociale e l’innovazione. Un programma supportato da persone valide con diverse competenze professionali e abilità personali che da anni sono attive ed impegnate sul territorio regionale. Un programma mirato al miglioramento della qualità della vita di tutti i cittadini toscani, incluse le persone che soffrono di disabilità grave.

Ogni candidato si è caratterizzato per un elemento di programma originale e innovativo: quale ritiene essere il suo ‘cavallo di battaglia’?
Il mio ‘cavallo di battaglia’ è l’innovazione tecnologica. Grazie alle mie esperienze professionali come ricercatore, prima, e come docente, poi, posso assicurare che con l’innovazione tecnologica possono essere superati i limiti allo sviluppo e al miglioramento della Toscana. Quattro esempi: servizi informatici innovativi e unificati nell’ambito sanitario affinché il cittadino sia guidato fino alla guarigione in un percorso efficiente e su misura; innovazione tecnologica delle Pmi toscane per progetti di industria 4.0 al fine di creare un numero maggiore di posti di lavoro; innovazione tecnologica per la digitalizzazione della pubblica amministrazione al fine di semplificare la burocrazia ed unificare tutti i servizi civici; connessione veloce a casa dei toscani perché la banda ultralarga è un diritto e permette di facilitare lo smart working e la didattica a distanza anche nelle aree al momento non coperte.

Perché chiede la preferenza per rappresentare gli elettori e il suo movimento a Firenze? Chi vorrebbe con sé in consiglio regionale?
La mia esperienza da consigliere comunale mi ha permesso di conoscere a fondo la macchina amministrativa e mi ha offerto l’opportunità di ascoltare i bisogni e le proposte dei cittadini. Questa esperienza unita al mio trascorso nella ricerca scientifica e nell’istruzione, alla conoscenza delle lingue (inglese e portoghese), alla mia età (35 anni) e alla conoscenza di altre realtà del ,ondo in tutti e 5 i continenti, rappresenta una garanzia per gli elettori che possono contare sul mio impegno nel voler migliorare la vita di tutti senza lasciare nessuno indietro.
Con me vorrei Irene Galletti, la nostra candidata presidente. Mi farebbe molto piacere continuare il lavoro iniziato insieme nel dialogo tra Comune e Regione. Irene ha fatto bene in Regione e abbiamo la stessa visione della Toscana del 2025.

Il provvedimento per cui si batterà fino all’ultimo nei cinque anni di mandato…
In realtà, i provvedimenti per cui mi batterò fino all’ultimo sono tre: una legge per finanziare la vita indipendente e l’assistenza continuativa per chi soffre di disabilità grave; una legge per rendere l’acqua davvero pubblica in Toscana; una legge affinché la sanità pubblica risponda nel più breve tempo possibile alle necessità di visite ed interventi.

Un appello al voto

“Il 20 e 21 settembre – dice Loconsole – abbiamo la possibilità di cambiare passo in Toscana. La Regione decide della politica sanitaria, del numero dei medici di base, della ricerca, del trasporto pubblico locale, ma anche dell’ambiente, delle leggi urbanistiche, dell’edilizia popolare e dei finanziamenti alle imprese, al commercio e all’agricoltura, del turismo, decide come verranno spesi i miliardi dei finanziamenti europei. Se anche tu pensi che la Toscana possa migliorare in tutti questi temi, scegli il MoVimento 5 Stelle con Irene Galletti Presidente e vota Claudio Loconsole”.

“Una scelta importante – conclude – per un impegno concreto e un ascolto costante sul territorio.  Perché per me è fondamentale mettere i cittadini al centro delle scelte e coinvolgerli come parte attiva in processi decisionali e partecipativi. Il 20 e 21 Settembre, insieme, Cambiamo Passo!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.