Disabilità, Martinelli e Testaferrata: “Nelle scuole mancano gli insegnanti di sostegno”

"Il Comune - dicono i due consiglieri - pretenda risposte concrete dal governo"

Le istituzioni intervengano per sostenere i bambini ed i ragazzi con disabilità che frequentano la scuola”. Questo l’accorato appello lanciato dai consiglieri comunali del gruppo centrodestra Marco Martinelli e Simona Testaferrata.

“La disabilità – aggiungono i consiglieri di centrodestra – non solo non è sostenuta in modo forte e determinato dallo Stato ma addirittura le famiglie sono fortemente danneggiate dalla mancanza di concreta attenzione. Nelle scuole mancano gli insegnanti di sostegno e non ci sono protocolli univoci tali da avere orientamenti comuni”.

“Gli insegnanti di sostegno – evidenziano i consiglieri di centrodestra – svolgono un ruolo importantissimo all’interno delle scuole e di conseguenza figure professionali con competenze specifiche devono essere individuate ed assunte fin dall’inizio dell’anno. Invece la realtà attuale è che il governo, a parte aver inviato qualche banchino, ha lasciato il mondo della scuola nel caos più completo”.

“Le famiglie con ragazzi o bambini disabili – attaccano i consiglieri di opposizione – si sentono abbandonate dalle istituzioni, nonostante il gran lavoro che stanno mettendo in campo i presidi, gli insegnanti e il personale Ata“.

“Il Comune di Lucca – concludono Martinelli e Testaferrata – faccia da capofila e si metta dalla parte delle famiglie, senza se e senza ma, pretendendo dal Governo risposte concrete”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.