Coreglia, iniziata l’era Remaschi. Presentata la giunta: Sabrina Santi vicesindaco foto

Una squadra con tre donne e un uomo (oltre al sindaco). Remaschi emozionato: "Vogliamo riportare Coreglia al centro della vita politica della Valle"

Dopo i festeggiamenti, è tempo di mettersi al lavoro. Col giuramento del sindaco Marco Remaschi si è svolta questa mattina (3 ottobre) la cerimonia d’insediamento del nuovo consiglio comunale di Coreglia Antelminelli. Già sindaco per due mandati consecutivi a cavallo fra gli anni Novanta e Duemila, successivamente consigliere e poi assessore della Regione Toscana, Remaschi non è riuscito a nascondere l’emozione di chi, finalmente, ritorna nel suo paese, fra la sua gente, a occuparsi, per i prossimi cinque anni della ‘cosa pubblica’ di Coreglia.

Nel corso della prima seduta consiliare, il neo-sindaco ha presentato i componenti della giunta che lo affiancheranno al governo del Comune e gli indirizzi generali di quella che sarà la sua amministrazione, basata sul confronto, sull’ascolto e sui fatti.

“Siamo partiti, è ufficialmente iniziato il mio mandato da sindaco: un ritorno a casa che mi riempie di soddisfazione e di entusiasmo – commenta il primo cittadino -. So di poter contare su un gruppo di persone motivate e impegnate a fare il bene della nostra comunità: questa, d’altronde, sarà la mia volontà quotidiana. Ascoltare il territorio e dare risposte, grandi e piccole, per migliorare la qualità della vita di ogni singola persona, per far percepire la presenza dell’amministrazione laddove ci sia da risolvere i problemi e collezionare fatti su fatti. Abbiamo un grande obiettivo, un grande sogno: riportare Coreglia al centro della vita politica della Valle del Serchio e della provincia, entrare in gioco sulle questioni dirimenti del nostro territorio e portare a casa i risultati attesi dalla popolazione, per generare ulteriore crescita e sviluppo alla nostra comunità. Oggi ho presentato la giunta, che sarà formata da tre donne e un uomo, oltre a me. Nei prossimi giorni distribuirò le deleghe ai consiglieri comunali, a partire dal capogruppo di Unione Democratica per Coreglia, Ivo Carrari, che lavorerà a stretto contatto con me e che dovrà gestire argomenti importanti e di grande responsabilità. Una collaborazione che riguarderà anche tutti gli altri consiglieri comunali, Cinzia Salani, Marco Regalati, Riccardo Biagiotti e Carmen Ballistreri”.

La giunta

Vicesindaco sarà Sabrina Santi, alla quale Remaschi ha affidato le deleghe ad ambiente e igiene del territorio, cultura, turismo e museo civico.

Sabrina Santi

Lara Baldacci sarà l’assessore esterno: a lei vanno le deleghe in materia di pubblica istruzione, pari opportunità, politiche di genere, trasporti.

Lara-baldacci.jpg

Barbara Gonnella si occuperà di urbanistica, commissione paesaggio, edilizia privata, attività produttive, commercio e sportello unico per le attività produttive (Suap).

Barbara Gonnella

Completa l’esecutivo Emilio Volpi, che eserciterà le deleghe a lavori pubblici, edilizia scolastica, protezione civile, edilizia residenziale pubblica (Erp).

Emilio Volpi

Il sindaco ha trattenuto per sé le deleghe alle politiche della montagna, alle manutenzioni del territorio, alla caccia e pesca, al personale, alla sanità e alla polizia Municipale.

Una volta ufficialmente insediato, il consiglio comunale ha osservato un minuto di silenzio in ricordo di Massimo Duranti, conosciuto da tutti come l’avvocato. Duranti è stato consigliere comunale a Coreglia, una terra che ha scelto come sua casa e che l’ha accolto con amore. Un uomo per bene, Massimo, che, insieme alla compagna Giovanna Niccoli, ha reso più ricco e più bello il piccolo paese di Tereglio, dove hanno vissuto insieme per tutti questi anni. Un gesto, quello del neosindaco e dei consiglieri comunali, per esprimere tutta la loro vicinanza alla famiglia e agli amici di Massimo Duranti.

Tereglio in lutto per la scomparsa dell’avvocato Massimo Duranti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.