Martinelli: “Da cancellare totalmente la tariffa rifiuti per le attività chiuse per lockdown”

La richiesta del consigliere di centrodestra che invita a rivalutare globalmente i costi

Taric: sia totalmente cancellato il pagamento relativo ai mesi di chiusura delle attività”. Lo dichiara in una nota il capogruppo di centrodestra Marco Martinelli che si sta battendo per le attività danneggiate dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

“È paradossale – dice Martinelli – che attività chiuse che non hanno prodotto rifiuti debbano comunque pagare. Quindi sia cancellata non solo la parte variabile ma anche la quota fissa del tributo in modo che le attività almeno per il periodo di chiusura non siano costrette ad accollarsi questo balzello”.

“La situazione rimane difficile – aggiunge il capogruppo di opposizione – considerato che nella realtà dei fatti la giunta Tambellini ha solo differito a novembre il pagamento delle rate della tassa sui rifiuti per le attività danneggiate e abbonato solo la piccola quota della parte variabile per il periodo di totale chiusura. Questo differimento produrrà un ulteriore aggravio delle condizioni economiche dei titolari  di attività che si ritroveranno a pagare tutte insieme le precedenti rate”.

Martinelli avanza una proposta precisa: “Sarebbe inoltre necessaria una rivalutazione globale delle tariffe, ricalibrate sulla attuale e reale capacità lavorative delle attività, costrette da questa pandemia e dai relativi decreti a viaggiare a regime ridotto”.

“Infine – conclude Martinelli – ci teniamo a sottolineare che nonostante i ripetuti solleciti ancora non c’è stata quella auspicata svolta nel servizio di raccolta da noi richiesta attraverso atti presentati ed approvati anche dal consiglio comunale. Ad oggi la città ed i cittadini subiscono un disservizio inaccettabile per le tariffe che sono costretti a pagare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.