Utenti sul treno senza mascherina, Montemagni: “Serve maggiore responsabilità”

La capogruppo: "Il personale di bordo sicuramente fa il possibile, occorrerebbe solamente un po' di buonsenso"

“A parte i soliti ed atavici ritardi sulla tratta Lucca-Firenze sembra che, purtroppo, vi siano ancora diversi passeggeri che non rispettano appieno le norme anti-covid, non indossando, dunque, in modo adeguato la mascherina”.

Così Elisa Montemagni, capogruppo in Consiglio regionale della Lega, che prosegue: “Il personale di bordo sicuramente fa il possibile per far rispettare le regole, ma non vorremo che qualche utente metta il dispositivo protettivo solo all’avvicinarsi del controllore, per poi levarselo per il resto del viaggio”.

“Un atteggiamento da stigmatizzare – precisa l’esponente leghista – che potrebbe vanificare l’impegno della maggiorparte delle persone che, viceversa, rispettano le attuali norme. Occorrerebbe solamente un po’ di buonsenso per capire come sia fondamentale preservare la propria e l’altrui salute. Da monitorare, infine – conclude Montemagni – che, effettivamente, vengano pure sempre rispettate le classiche distanze interpersonali, specialmente sui treni maggiormente frequentati dai pendolari e quindi potenzialmente più a rischio affollamento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.