Mammografia fissata dopo un anno, Bianucci in Consiglio: “Occorre attivarci per snellire le liste”

Il consigliere di Sinistra con raccomanda alla giunta di attivarsi con Asl e Regione per garantire tempi congrui di attesa

Il caso della mammografia, fissata ben un anno dopo la richiesta, arriva in consiglio comunale a Lucca. A porre la questione è stato il consigliere comunale di Sinistra con Tambellini Daniele Bianucci, che sulla vicenda ha presentato un’apposita raccomandazione. “Occorre attivarci – ha sottolineato – affinché Regione e Asl provvedano in tempi brevi allo snellimento strutturale delle liste di attesa”.

“Nei giorni scorsi, è emersa la notizia di una cittadina che ha prenotato attraverso il servizio Cup dell’Asl Toscana Nord Ovest una mammografia prescritta dal suo medico curante, ricevendo un appuntamento solo un anno dopo – racconta il consigliere Daniele Bianucci -. Ciò premesso, raccomando al sindaco e alla giunta, di attivarsi presso la Regione Toscana e la Asl Toscana Nord Ovest, per ottenere una ricognizione completa delle liste di attesa in essere per gli esami diagnostici sul nostro territorio; e per segnalare loro la necessità di addivenire, nel mio breve tempo possibile, ad uno snellimento strutturale delle liste di attesa, al fine di garantire tutti gli esami medici in tempi congrui alle necessità dei cittadini“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.