Trasporto scolastico, Pellicci (Sinistra Italiana): “Giani e suoi servono venire dalla luna”

Il coordinatore provinciale: "Come partito proponemmo una soluzione in parlamento nel 2016"

Trasporto scolastico, interviene il coordinatore provinciale di Sinistra Italiana, Alberto Pellicci.

“Incredibile la faccia tosta – dice – con cui l’attuale presidente Giani e altri parlano delle condizioni drammatiche del trasporto pubblico locale così, come fossero appena arrivati dalla luna. La gestione del trasporto pubblico locale è uno dei grandi temi delegati alle regioni, e non da oggi, così come non da oggi sono all’ordine del giorno la carenza di mezzi adeguati ed il sovraffollamento in determinate fasce orarie“.

“Già nel febbraio del 2016 Sinistra Italiana – prosegue la nota – faceva passare in parlamento una mozione (la 1/01091) in cui impegnava il governo tra le altre cose “alla manutenzione delle principali infrastrutture di trasporto esistenti, al miglioramento dell’offerta di trasporto pubblico locale; a promuovere un concreto efficientamento del trasporto pubblico locale incentivandolo con necessari e adeguati finanziamenti del fondo nazionale trasporti”. Questa mozione è rimasta poi evidentemente (e drammaticamente) lettera morta. Oggi crediamo si possa far nostra la proposta di coinvolgere gli oltre 25mila bus turistici privati attivi nel nostro paese per rimediare all’emergenza (ed evitare l’incredibile chiusura delle scuole per carenza di mezzi pubblici)”.

“Ma questa – conclude – non può che essere una soluzione ponte, mentre contestualmente è urgente ripartire da un vero rilancio del trasporto pubblico, a livello nazionale e nelle singole regioni, con investimenti cospicui e mirati, quello che noi proponevamo quattro anni fa mentre in troppi facevano orecchie da mercante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.