Comitato Altrestrade: “Assi viari, Colucci tira fuori il solito canovaccio”

Il gruppo di cittadini ribadisce la propria contrarietà al sistema tangenziale

Il comitato Altrestrade prende di mira Francesco Colucci, l’esponente dei Riformisti per Italia Viva che ieri in un intervento ha sollecitato il neo assessore Stefano Baccelli ad affrontare la questione degli assi viari di Lucca.

Colucci evidentemente non sa di cosa si parla – scrive il comitato – quando afferma che gli assi viari servirebbero per ‘diminuire il traffico pesante dalle Mura di Lucca‘, qualificandoli addirittura come ‘essenziali’ per lo sviluppo economico. Insomma, il solito canovaccio che andava tanto nei decenni passati ma che ora sa tanto di filastrocca della tradizione, che non ha più alcun riscontro con la realtà dei fatti”.

“Secondo Colucci – va avanti il comitato – il solo fatto di essere un’opera promessa da anni sarebbe sufficiente per la realizzazione in tempi brevi. Colucci non si fa tutta una serie di domande che invece sarebbero opportune, prima tra tutte: perchè un’opera così fondamentale non viene realizzata? Tutta colpa della politica o, forse, i progetti non sono compatibili col territorio? L’opposizione di Menesini su cosa si fonda e soprattuto, può Menesini bloccare l’opera tutto da solo? E’ evidente che la tesi di Colucci non tiene conto di tutta una serie di elementi che, invece, sarebbe opportuno valutare. In primis il mutamento del tessuto insediativo lucchese, la chiusura (putroppo) di molte realtà industriali e di molte aziende di trasporti, la svolta green della politica mondiale e, da ultimo, le risultanze emerse in occasione dell’inchiesta pubblica condotta nel 2014″.

“Proprio in ragione di queste risultanze il progetto definitivo presentato da Anas – scrivono dal comitato – non è sostenibile dal territorio lucchese. Chiunque si sarebbe opposto di fronte al progettista che, messo al corrente degli errori in fase preliminare, presenta lo stesso identico progetto in sede di definitivo. E’ Anas che deve adeguarsi alle istanze del territorio e non viceversa, anche se è tanto tempo che se ne parla. Infine facciamo una richiesta a Colucci. Ci piacerebbe molto avere accesso ai dati che qualificano come “essenziale” il progetto degli assi viari e ne dimostrano il beneficio per il centro storico di Lucca. In anni ed anni di studi ed analisi nessuno ce lo ha mai saputo dimostrare in modo oggettivo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.