Panchieri (Pd): “Bene palestra all’ex Cavallerizza e rilancio dell’ex Manifattura”

Il segretario del circolo dem centro storico esprime soddisfazione per i progetti

“Due eccellenti notizie per il centro storico e per la città: l’inizio dei lavori per la realizzazione di una palestra pubblica nell’area dell’ex Cavallerizza e l’accelerazione nei fatti del progetto di recupero e rilancio dell’area sud dell’ex Manifattura Tabacchi“. Lo afferma Roberto Panchieri, segretario del circolo centro storico del Pd.

“Nel primo caso – va avanti – va dato atto all’amministrazione provinciale ed al suo presidente di avere bene operato per dotare, nel giro di 15 mesi, la città di una struttura fondamentale per le centinaia di studenti delle scuole superiori e per i giovani dei gruppi sportivi che vorranno utilizzare la nuova palestra e i suoi servizi. Quando sarà possibile riaprire l’Ostello e far ripartire l’uso del Real Collegio per le numerose manifestazioni che normalmente vi si svolgono questo spicchio di città ritroverà la sua piena vitalità, per ora rappresentata unicamente da Piazza San Frediano e da Piazza S.Maria”.

“Checchè ne pensino i salvatori della Manifattura e coloro che scioccamente pensano che il recupero dell’edificio è destinato a diventare ‘casa di riposo per vecchi ricchi’, le ultime notizie ci parlano di una realtà completamente diversa. Grazie al buon senso, alla disponibilità dei vari attori a trovare una soluzione il più possibile al servizio della comunità, si vanno sempre meglio delineando i contorni di un progetto realizzabile – afferma -. Il Comune ha compiuto i suoi passi ( ed altri ne dovrà celermente compiere), la Sovrintendenza Regionale ha precisato la destinazione prevalentemente (non esclusivamente) culturale del sito, (rimandando giustamente al Ministero la precisazione ulteriore che non potrà certamente essere in contrasto con gli interessi complessivi della città), la firma per il trasferimento nel sito recuperato della nuova sede di un campus di centinaia di ricercatori del mondo dell’informatica all’avanguardia. Io credo che molti di coloro che fino ad ora hanno storto il naso od hanno inventato vere e proprie bufale dovranno ricredersi. Con questo tipo di intervento Lucca si collocherebbe all’avanguardia, non solo in Italia, e potrebbe diventare il Centro attrattore di iniziative e di finanziamenti per ulteriori interventi di recupero. Uno per  tutti : l’area delle ex Officine Lenzi di San Concordio. Senza le persone e senza le attività i vecchi siti artistici o i vecchi siti industriali non possono ritrovare la vita, come nel suo piccolo dimostra il recupero della Limonaia di Palazzo Pfanner che ospita un prestigioso Ristorante. Quindi Forza e Avanti tutta per il bene della città e dei suoi abitanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.