Posti covid al Campo di Marte, Fantozzi: “Era quanto richiesto da più parti”

Il capogruppo in consiglio regionale: "All'Asl serviva il suggerimento di Baccelli?"

“C’era bisogno del suggerimento dell’assessore Baccelli per far accorgere l’Asl della struttura dell’ex ospedale Campo di Marte di Lucca con 150 potenziali posti letto?”. Interrogativo sarcastico quello del vice-capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Vittorio Fantozzi, che nei giorni scorsi aveva indicato l’ex ospedale di Campo di Marte come struttura da adeguare per ospitare i malati Covid.

“Da più parti lo si chiedeva da tempo: l’unica struttura a Lucca e provincia da poter adeguare per ospitare i malati Covid era l’ex ospedale Campo di Marte. Non occorreva essere grandi manager: le strutture sanitarie sono lì a portata di mano, vuote o semivuote. Quindi, possibile che ci sia stato bisogno del suggerimento dell’assessore Baccelli per far accorgere Asl e Regione Toscana di una struttura sotto gli occhi di tutti? – si chiede sarcasticamente il vice-capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Vittorio Fantozzi -. Un intero padiglione, completamente libero e dotato di potenziali 150 posti letto aggiuntivi. Fratelli d’Italia aveva, da subito, indicato tale struttura ma guarda caso, dopo un sopralluogo della protezione civile regionale, è stato deciso che almeno 120 posti letto al Campo di Marte sono velocemente recuperabili. Un film già visto, il Centrodestra indica soluzioni e fa proposte, il Pd e la Regione le bocciano o non le prendono in considerazione per poi farle proprie annunciandole con titoloni sui giornali. Vorrei ricordare che, prima di pensare al Campo di Marte, l’Asl e la Regione avevano ipotizzato di trasferire i malati Covid nei piccoli ospedali della Valle del Serchio, carenti di personale e di spazio. Una scelta che anche i sindaci avevano respinto in toto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.