Cambiamo!: “Sui posti letto Covid a Campo di Marte basta con gli annunci”

Il coordinatore provinciale Simonini: "Che ex ospedale diventi area Covid si attende dallo scorso marzo"

Nuovi posti letto a Campo di Marte, interviene il comitato provinciale di Cambiamo.

“Da quando siamo in questa fase emergenziale – dice il coordinatore provinciale Simone Simonini – siamo già al secondo annuncio della giunta regionale sul Campo di Marte. Parole, soltanto parole, seguite da zero organizzazione e altrettanti fatti, visto che già a marzo l’ex presidente della giunta regionale Rossi,visitò diversi presidi ospedalieri dismessi in Toscana, tra cui il Campo di Marte, ritenendo opportuna ed imminente una sua riattivazione (10 giorni) per contrastare l’emergenza sanitaria aumentando nuovi posti letto di terapia intensiva”.

“Noi di Cambiamo! – continua Simonini – Ci chiediamo cosa sia successo in realtà, e perché non si sia concretamente proceduto ad organizzare il dismesso Campo di Marte come centro covid provinciale, in vista di una tanto annunciata e prevista nuova emergenza di autunno. Il piano sanitario regionale, evidentemente non è stato organizzato per affrontare questi nuovi numeri, che vedono la Toscana salire da zona gialla ad arancione. In campo sanitario era una delle poche cose plausibili da fare, alleggerire i presidi ospedalieri creando un centro esclusivo per salvare quante più vite possibili”.

“Oggi al contrario – conclude Simonini – siamo nuovamente agli annunci, con Baccelli che annuncia ciò che è già stato fatto a marzo, con un grande risalto mediatico.  Una politica disorganizzata, che rischia di ingessare ancor più la sanità e bloccare gli ospedali nelle sue funzioni ordinarie e quotidiane. Come Cambiamo! inoltre crediamo che i piccoli ospedali situati in zone montane non debbano diventare centri Covid solo per sopperire alle evidenti lacune della sanità Toscana. Si faccia presto nei fatti e non solo negli annunci”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.