Nuovi posti letto al Campo di Marte, Baccelli risponde a Fantozzi: “Facile ironizzare ma per agire bisogna anche conoscere il territorio” foto

La risposta dell'assessore regionale Pd all'esponente di Fdi: oggi il sopralluogo per l'attivazione degli spazi

“Il consigliere Fantozzi è libero di dubitare delle dinamiche che hanno portato alla scelta del padiglione A del Campo di Marte di Lucca come ubicazione per i nuovi posti letto Covid, d’altra parte tutti sappiamo che la destra italiana, fin dai suoi più noti esponenti, ha dubitato addirittura della pericolosità del Covid o della necessità e utilità dei dispositivi di protezione individuale. Tuttavia io sono fiero di aver dato il mio contributo nell’individuazione di una soluzione concreta, efficace ed economica alla gestione di un problema serio e stringente come quello della necessità di posti letto aggiuntivi negli ospedali“. A dirlo è l’assessore regionale a urbanistica, infrastrutture e trasporti Stefano Baccelli, rispondendo alle affermazioni rilasciate alla stampa lucchese dall’esponente di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, circa il percorso che ha portato alla scelta di riattivare l’ex padiglione ospedaliero A di Campo di Marte per destinarlo a pazienti Covid.

“La conoscenza del territorio – continua Baccelli – delle strutture presenti e dei loro stati di conservazione, è fondamentale in certe scelte. E lo è anche il tempismo. Invece in questo contesto trovo poco appropriato il sarcasmo di chi, da una posizione di opposizione, si limita a criticare senza proporre soluzioni costruttive. Faccio parte di una squadra, la giunta regionale guidata da Eugenio Giani, che deve affrontare nel concreto scelte importanti e talvolta impopolari, darò il mio contributo partendo dalle mie competenze e conoscenze, come ho sempre fatto in tutto il mio percorso politico, amministrativo e personale“.

“Questa soluzione di riuso e rivitalizzazione del padiglione A del Campo di Marte – prosegue Baccelli – con la predisposizione di 120 posti letto aggiuntivi è cruciale non solo per fronteggiare l’emergenza Covid ma perché restituisce in modo duraturo alla città di Lucca un ulteriore luogo di cura ed assistenza frutto di una rinnovata politica sanitaria pubblica che punta non alla razionalizzazione dei posti letto ma al loro sviluppo ed implementazione”.

Baccelli, con il presidente Giani e l’assessore regionale Monia Monni, questa mattina (10 novembre) ha partecipato al sopralluogo al Campo di Marte al padiglione A, verso via Carlo Gianni, per la valutazione diretta degli interventi necessari alla riattivazione della struttura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.