Manifattura sud, Per Lucca e i suoi paesi: “Progetto Fondazione e Coima una grande opportunità”

Per il movimento il Comune dovrebbe però trattare sulla questione dei parcheggi

Manifattura sud, Per Lucca e i suoi paesi dice di sì all’intervento. 

“Il momento attuale e gli anni che seguiranno al grave tracollo economico dovuto all’epidemia in corso – dice il gruppo – impongono a chi governa e governerà le città ed i territori di cogliere ogni opportunità che si dovesse presentare per rilanciare ogni tipo di attività. In questo contesto l’avere a Lucca la presenza di una grande fondazione bancaria è una opportunità enorme. Grazie alla Fondazione sarà possibile, proprio nei durissimi anni che ci aspettano, l’apertura di un grande cantiere in pieno centro di Lucca e la successiva rinascita di un immobile, quello della ex Manifattura Tabacchi, che oggi versa in cattivo stato che, nel giro di una decina d’anni potrebbe decadere in modo indecoroso e pericoloso”.

“Ci appelliamo dunque all’amministrazione comunale – dice Per Lucca e i suoi paesi – ma anche a tutti i partiti presenti in consiglio comunale, perché prendano una decisa posizione a favore del progetto di ristrutturazione presentato dalla Fondazione. Naturalmente una amministrazione provvida e attenta alle necessità della città dovrebbe aprire una trattativa serrata con la Fondazione per ridefinire alcuni aspetti del progetto. Ci riferiamo in particolare ai parcheggi. Ci sembra eccessivo dare ai futuri gestori della Manifattura l’esclusiva di tutti i parcheggi nella zona ovest del centro. Infatti, posto che una grande azienda come Tagetik dovrebbe trasferirsi nell’immobile, solo le auto dei dipendenti saturerebbero in parte le disponibilità di posti auto”.

“Crediamo dunque che il sindaco – conclude Per Lucca – possa e debba ottenere che il Comune mantenga per il futuro la possibilità di adibire di nuovo a parcheggio la ex Caserma Lorenzini o altro spazio di analoghe dimensioni nella stessa area occidentale del centro. Qualora infatti, come auspichiamo, si giunga in futuro non solo al compimento dell’operazione proposta dalla Fondazione, ma anche alla rinascita del resto della ex Manifattura e della Lorenzini, i posti auto previsti dal progetto attuale sarebbero palesemente insufficienti a servire i bisogni di un quartiere che, se oggi è semi abbandonato, vedrebbe invece la presenza di attività culturali, università, appartamenti, aziende”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.