Ex Manifattura, Cavirani e Montemagni (Lega): “Servono soluzioni alternative e condivise”

I rappresentanti politici di provincia e regione spingono per un tavolo costruttivo di dialogo tra forze politiche

Servono soluzioni alternative e condivise con tutti“. E’ questa la posizione del commissario provinciale della Lega Riccardo Cavirani sulla vicenda relativa all’ex Manifattura Tabacchi. “Le nostre posizioni sono state chiare fin dall’inizio, come espresso più volte sulla stampa anche dai nostri rappresentanti – prosegue Cavani -. Posizioni diverse dalla linea assunta fino a questo momento sono del tutto personali e non sono state ancora vagliate con gli organi politici comunali e provinciali”.

“Il recupero della Manifattura – aggiunge la consigliera regionale Elisa Montemagni – è senza ombra di dubbio un atto dovuto, sia nei confronti della storia della città sia per quello che questa struttura rappresenta: ma si deve pensare a una soluzione che sia compatibile con uno sviluppo urbanistico armonico e coerente col centro storico. L’amministrazione dovrebbe aprire un tavolo costruttivo in grado di dialogare con le forze politiche, le associazioni e la Fondazione -il cui contributo rimane importante- per cercare soluzioni alternative e condivise con tutti e soprattutto con la cittadinanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.