Rifondazione Lucca: “Al fianco dei lavoratori della sanità”

Il Prc: "Da anni ci battiamo contro i tagli alla sanità"

La Federazione di Lucca del partito della Rifondazione Comunista è solidale con le lavoratrici ed i lavoratori della sanità ed ai loro sindacati che hanno organizzato un presidio davanti all’ospedale San Luca alle 9,30 di oggi (13 novembre) per sollecitare i cittadini a simpatizzare con il personale sanitario degli ospedali pubblici che è in prima linea ad affrontare la pandemia da covid19.

“Lavoratori e sindacati – è la nota di Rifondazione – chiedono più sicurezza sul lavoro, nuove assunzioni di personale ed il rinnovo dei contratti. Rifondazione da 10 anni combatte contro i tagli alla sanità pubblica che ammontano a 37 miliardi di euro ed hanno portato allo smantellamento delle strutture territoriali, alla diminuzione dei medici di famiglia alla diminuzione dei posti letto con le tragiche conseguenze mostrate in questa pandemia. Le mancate assunzioni pesano enormemente anche sul tracciamento, ormai saltato su ogni livello: l’Asl non dispone più le quarantene, non traccia i contatti dei casi positivi, i suoi centralini, quando squillano, squillano a vuoto, mentre sui posti di lavoro, anche davanti a casi di positività conclamati, il personale sanitario è obbligato a continuare a lavorare ( se asintomatici), con un conseguente aumento dei contagi e possibili creazioni di focolai in realtà a rischio come Rsa o residenze per anziani. Tutto il personale ospedaliero deve essere messo nelle condizioni di tutelare sia la propria salute che quella degli altri e ciò vuol dire solo una cosa: assunzioni e finanziamenti per la sanità pubblica, negli ospedali e sul territorio. Ora troviamo il modo di aumentare la spesa pubblica andando a prendere i soldi dove ci sono: banche, settore militare, multinazionali e grandi patrimoni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.