Emergenza Covid, Comitati Sanità: “Il Campo di Marte doveva essere pronto da mesi”

L'appello: "Ci aspettiamo da parte di tutti, cittadini compresi, una maggiore attenzione e consapevolezza verso la malasanità"

“Ottimizzare il sistema sanitario territoriale per non sovraccaricare il San Luca”.

Questo l’appello dei Comitati sanità di Lucca nel pieno della seconda ondata. “Nel 2015 – scrivono – l’amministrazione in carica dichiarava di voler togliere il vincolo sanitario a Campo di Marte. I Comitati sanità di Lucca si sono sempre battuti per mantenerne oltre alla proprietà pubblica, la destinazione integrale ad attività sanitaria. Dieci anni di impegno stanno portando i primi risultati, per ora basati su promesse e impegni verbali dell’attuale giunta regionale”.

Il riutilizzo di un intero padiglione ci pare una scelta positiva e assolutamente necessaria – continuano i Comitati – e non certo la striminzita dozzina o poco più di letti, decisa a maggio dall’allora Presidente Rossi, ma ricordiamo che proprio il padiglione A era destinato a restare inutilizzato per la struttura non a norma, fu infatti l’unico padiglione in cui non furono mantenute attività sanitarie. Dovranno essere attuati interventi di messa in sicurezza, e a questo punto chiediamo al presidente Giani quali siano i tempi di effettivo uso della struttura, dato che già da mesi questi letti dovevano essere a pieno regime”.

Siamo molto allarmati per lo stato del territorio – prosegue la nota dei Comitati – Da quando è stata attuata la scellerata politica dei tagli che è andata di pari passo con la chiusura degli ospedali che fornivano un adeguato aiuto al malato e alle famiglie l’assistenza territoriale è stata poco più che un numero statistico. Le forze di queste unità vanno implementate di pari passo con le domande che spesso non arrivano nemmeno sui tavoli degli assistenti per poco fiducia di essere ascoltate e aiutate a sostenere carichi spesso impossibili. Naturalmente ci riferiamo anche alla recente task force Usca; le unità che si muovono sul territorio, per assistere le persone in quarantena, sono ancora troppo poche”.

“In questo momento – si legge – non vogliamo polemizzare, anche se la nostra vis polemica ha ‘salvato’ lo spazio di Campo di Marte che ora torna così utile, ma di sicuro rimanere vigili e attenti a una pronta realizzazione degli impegni dichiarati dall’assessore di Lucca e dal Presidente della Toscana. Gandhi diceva: ‘prima ti ignorano, poi ti deridono e quindi ti combattono’. Questo sta accadendo nei confronti dei comitati che denunciano carenze strutturali importanti per garantire, come cittadini, il diritto alla salute”.

“Come comitati formati da cittadini di varie posizioni politiche – scrivono – perseguiamo lo scopo per cui siamo nati, nel rispetto degli articoli 17 e 18 della Costituzione italiana, per come contribuire alla tutela (art. 32 della Costituzione) della salute ‘come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività’. La politica ha perso tempo e ora siamo in difficoltà, cittadini e personale sanitario. Anzi siamo a rischio della salute e della vita. Ci aspettiamo da parte di tutti, cittadini compresi, una maggiore attenzione e consapevolezza verso la malasanità e ricordiamo che abbiamo una pagina Facebook ‘Comitato Sanità Lucca CampodiMarteNonSiTocca’, che invitiamo a seguire per esprimere suggerimenti”.

“Insieme comitati, cittadini e personale sanitario possiamo incidere sulle scelte politiche, facciamo sentire la nostra voce – concludono – Vicini ai sanitari e a tutti quelli che in questo momento soffrono per la pandemia, ringraziamo chi fino a oggi ci ha sostenuto”.

 

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.