Un albero per ogni nuovo nato, ok alla mozione bipartisan

Bindocci chiede il ritorno in commissione per 'par condicio' con il suo atto del 2019, bagarre contro Barsanti (che si astiene)

Non sono mancate le polemiche questa sera (30 novembre) in consiglio comunale nella votazione dell’ordine del giorno bipartisan presentato dai consiglieri Cristina Consani (gruppo misto) e Daniele Bianucci (Sinistra con Tambellini) che propongono di mettere in pratica l’idea della piantumazione di un nuovo albero per ogni nato e per ogni bambino adottato.

In apertura della discussione Massimiliano Bindocci del Movimento Cinque Stelle ha ricordato una mozione sul tema degli alberi da lui presentata nel 2019 e fatta tornare in commissione ma mai discussa per ricercare un accordo bipartisan. Bindocci, ricordando i passaggi della mozione, ha chiesto che identica sorte toccasse alla mozione Consani-Bianucci, per approfondire la discussione e garantire la più ampia discussione sul tema.

Non manca anche la bagarre politica fra il consigliere di Casapound, Fabio Barsanti, e i due promotori della mozione. Barsanti concorda con Bindocci sulla necessità di presentare la mozione in commissione. Poi, dopo l’esposizione del testo da parte della consigliera Consani, ha sottolineato la dimostrazione di scarso interesse nel proprio operato del tema dell’ambiente e del verde pubblico dalla maggioranza che attualmente guida il Comune.

Per Daniele Bianucci la solidiltà dell’impianto della mozione è garantito dal suo essere bipartisan (“Pur condividendo – dice – la ricostruzione del consigliere Bindocci sulla sua mozione del 2019”). Bianucci, però, rinfocola la polemica sollevata sui commenti a un post del consigliere di Casapound, Fabio Barsanti, in cui lui e l’altra proponente Cristina Consani si sono sentiti minacciati, scatenando la replica ironica del consigliere di estrema destra.

Sostegno alla mozione è arrivato invece dalla consigliera di centrodestra, Simona Testaferrata. In chiusura il consigliere Massimiliano Bindocci (M5S) parla di “festival dell’ipocrisia”: “Si sono usati due pesi e due misure – dice – Quando presento io una mozione si chiede di tornare in commissione, quando la presenta qualcun altro si va avanti. Capisco che questa per la consigliera Consani sia un’opportunità anche in ottica futura. Io non parteciperò al voto, sottolineando come questa è l’amministrazione che gli alberi li taglia e non li difende, mentre adesso sembrano tutti innamorati degli alberi”.

Voto favorevole di Nicola Buchignani (Fratelli d’Italia), che non manca di ‘bacchettare’ i consiglieri Bindocci e Barsanti sulle polemiche sollevate e di Enrico Torrini (Gruppo misto).

Rimandata invece, per cercare un consenso bipartisan, la risoluzione a sostegno dei pescatori in Libia presentata dal consigliere Barsanti.

La mozione ha visto il voto favorevole di tutti i presenti e l’astensione di Fabio Barsanti. Massimiliano Bindocci aveva abbandonato la seduta dopo il suo intervento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.