Manifattura sud, per Italia Viva priorità a parcheggi e appartamenti per il ceto medio

Il partito lucchese: "Paletti invalicabili qualunque progetto sia approvato e chiunque lo realizzi"

Manifattura sud, la posizione di Italia Viva. Che indica due priorità: più parcheggi e più appartamenti per la residenza del ceto medio.

“Quanto ai parcheggi – spiega il partito lucchese – attualmente nel perimetro della manifattura completante disabitata, esistono circa 250 posti auto, che sono l’unico vero polmone per il centro-storico e il commercio cittadino. Qualunque intervento verrà fatto sulla manifattura sud e quando sarà completato quello sulla parte nord, ci saranno abitazioni, uffici, negozi, scuole, centri culturali. Per cui i 250 posti auto attuali saranno dedicati a loro e il centro-storico perderà questo polmone di accoglienza. Per questo Italia Viva ha sempre chiesto, che qualunque progetto sarà definito deve obbligatoriamente prevedere parcheggi aggiuntivi per oltre mille posti auto, se non vogliamo uccidere definitivamente il centro storico e il suo commercio”.

Questione appartamenti: “Il centro-storico negli ultimi 20 anni ha subito una profonda trasformazione dalla valorizzazione in senso turistico della città. Molti palazzi, molte abitazioni sono state trasformate in hotel, B&B, case per vacanze. Molte abitazioni di lusso trasformate in seconde case, da ricchi forestieri. Se non vogliamo trasformare Lucca nella Carcassonne italiana, occorre incentivare un ritorno nel centro-storico di residenti 365 giorni l’anno.  Siamo sempre stati e siamo ancora favorevoli allo sviluppo turistico di Lucca, ma riteniamo che dobbiamo creare le condizioni perché anziani e giovani coppie possano ripopolare il centro della città e l’unico modo è offrire sul mercato appartamenti a prezzi contenuti, per il medio ceto“.

“Il recupero della manifattura – chiude la nota – è invero assai complesso e delicato da qualunque punto di osservi. Italia Viva chiede a tutti, dal Comune alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e anche ai fantasiosi super esperti, di mettere ora, subito, dei punti fermi, dei paletti invalicabili, qualunque progetto sia approvato e chiunque lo realizzi. Parcheggi e abitazioni per il ceto medio: queste le due priorità, che, per Italia Viva, paiono incontrovertibili: aspettiamo risposte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.