Zucconi: “Concessioni balneari, vergognosa la messa in mora dalla commissione Ue”

Il deputato Fdi: "Una mazzata in un momento difficile come quello della pandemia"

“La lettera di messa in mora inviata dalla Commissione Europea al governo italiano per la vicenda delle concessioni balneari è grave e inaccettabile”. Lo dice il deputato Fdi, Riccardo Zucconi.

“Il fatto che in piena pandemia, con il settore turistico devastato, la priorità dei burocrati di Bruxelles sia tentare di distruggere il nostro settore balneare è vergognoso”. Non usa mezzi termini Zucconi, capogruppo in commissione turismo, commercio e attività produttive di Fratelli d’Italia. “Ma purtroppo – aggiunge – viene da sospettare anche dell’atteggiamento inerme e imbelle del governo Conte, che sapeva di questo rischio da mesi e ha fatto finta di nulla, lasciando l’intero comparto esposto a sentenze fantasiose di diversi tribunali che hanno indotto molti funzionari comunali a negare l’estensione prevista per legge. È facile pensare che dopo questo passo di Bruxelles anche quelle amministrazioni che stavano valutando di estendere le concessioni si fermeranno e questo porterà dal 1 gennaio 2021 migliaia di stabilimenti all’asta”.

“Si compie così finalmente il disegno di multinazionali e ambientalisti da strapazzo contro il lavoro e le imprese italiane? È questo che vuole il governo?”, commenta Carlo Fidanza, capodelegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo: “Il Governo ha intenzione di reagire o lascerà ancora una volta che tutto scorra verso il baratro? Ce lo dicano, una volta per tutte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.