Quantcast

Lavori pubblici, nel 2021 al Comune di Lucca mancheranno 4 milioni di euro

Al via la discussione in commissione in vista del bilancio preventivo. Tutti i progetti in cantiere nel triennio o in via di progettazione: 25 rotatorie e piste ciclabili. Entro metà gennaio l'esito del bando per il sottopasso alla stazione

Una carrellata a tutto tondo del futuro dei lavori pubblici sul territorio del Comune di Lucca. Il primo di una serie di appuntamenti della commissione lavori pubblici ha consentito all’assessore Celestino Marchini di fare il punto della situazione davanti ai consiglieri in attesa di un 2021 che, sul fronte dei conti del Comune, potrebbe essere di ‘lacrime e sangue’ a causa del protrarsi della pandemia per il Covid-19.

Marchini ha ricordato come “l’80 per cento delle opere previste nel piano delle opere pubbliche per il 2020 sono state portate a termine. Fra i lavori non attivati ci sono la messa in sicurezza del cavalcaferrovia di viale Europa, la realizzazione del parcheggio di Antraccoli, il parco Caduti dei Lager in via Amendola, le piste ciclabili di viale Luporini e di collegamento fra via Ferraris e viale Matteotti e la conclusione dei lavori per la messa in sicurezza del parapetto sul condotto pubblico”.

Per il 2021, annuncia Marchini, ci saranno per i lavori pubblici meno risorse per circa 4 milioni di euro. “L’anno prossimo – spiega Celestino Marchini – sarà dedicato principalmente alle manutenzioni e non saranno tantissime le opere nuove. Di sicuro slittano al 2021 i lavori alla palestra dei Bacchettoni e i locali per l’Expo del fumetto e a San Romano. Dobbiamo poi pensare, come urgenza, al tetto di palazzo Orsetti e ad alcuni interventi di sistemazione a Palazzo Parensi. Importanti anche alcuni interventi necessari alle celle frigo del mercato di Pulìa. Quanto ai cimiteri si lavorerà a quelli di Sant’Alessio e di Mulerna”.

Marchini entra poi nel dettaglio settore per settore.

Edilizia scolastica

“Lavoreremo principalmente – dice Marchini – sulle sistemazioni in tema di antincendio e antisismica. Quanto alla manutenzione programmata sono previsti l’impianto di depurazione alla scuola Custer De’ Nobili e la realizzazione degli ascensori alle scuole Da Vinci e Dante Alighieri per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Quanto alla scuola innovativa di Sorbano aspettiamo che il ministero dia il via libera per partire con gli ultimi dettagli della progettazione”.

Edilizia sportiva

“L’edilizia sportiva – ricorda Marchini – è di competenza dell’assessore Ragghianti. Come lavori previsti ci sono quelli al palasport, che in un triennio avrà bisogno di interventi per circa un milione di euro. Già prevista la manutenzione straordinaria della palestra della Santissima Annunziata e i lavori alla pista del campo Coni, poi si lavorerà alla conclusione dei lavori alla pista di pattinaggio sulla via del Brennero”.

Strade e mobilità

“C’è un lungo elenco di strade – spiega l’assessore – su cui siamo chiamati a intervenire per la manutenzione e la messa in sicurezza. Fra i lavori c’è senza dubbio la conclusione del lavoro al parapetto crollato sul condotto pubblico, rinviato al 2021. Previsto anche l’allungamento su via Squaglia verso Mugnano della pista ciclabile di San Concordio. Sempre per le piste ciclabili è in previsione la realizzazione sull’altro lato di via Civitali e in via Iacopo della Quercia”.

Capitolo rotatorie. Celestino Marchini ha segnalato la possibilità di 25 rotatorie all’assessore Serena Mammini per inserirle nel piano operativo. Fra quelle c’è la famosa ipotesi di costruirne una al termine di via Salicchi al ponte di Monte San Quirico. “Ci sono poi le previsioni – dice – della rotatoria alle quattro strade fra San Pietro a Vico e Marlia. Un lavoro da fare a metà con il Comune di Capannori: dopo l’esperienza di altri lavori in comune con Capannori chiederò però che capofila sia il Comune di Lucca. Altre rotonde allo studio sono quelle fra viale Europa e via Teresa Bandettini, che occorre iniziare a pensare così come fra via delle Città Gemelle e via di San Donato”. Marchini vorrebbe iniziare la progettazione anche della rotatoria a Ponte San Pietro ritenuta “necessaria anche per sgravare via di Piaggia”.

“A breve – annuncia Marchini – sarà presentato il progetto preliminare di una nuova strada a Nave per liberare dal traffico pesante la zona della stazione ecologica di Sistema Ambiente. Iniziamo anche a ragionare al collegamento fra la via di Tiglio e via Sciortino in zona ospedale da inserire nel piano triennale 2021 – 2023”

Traffico

Sempre in tema di viabilità cittadina resta aperto il tema del sottopasso di piazzale Ricasoli, per cui il Comune ha partecipato a un bando. “Avevamo due progetti per due semafori – spiega – uno alla stazione e uno in via Barsanti e Matteucci. Si è optato per quello della stazione ma, a progetto già fatto, è arrivato il bando cui abbiamo deciso di partecipare. In caso di risorse per il sottopasso il denaro per il progetto sarebbe stato spostato sul semafori in via Barsanti e Matteucci. Nel 2021 inseriremo comunque la realizzazione di entrambi gli attraversamenti protetti. Per la stazione attendiamo il bando, il cui esito si dovrebbe conoscere entro il 15 di gennaio: se non fosse assegnato si lavorerà sia al semaforo sia allo spostamento del cordolo”.

Frane e manutenzioni straordinarie

“Ci sono diverse situazioni da affrontare, alcune delle quali già in programma – spiega Marchini – Fra queste il restauro e la valorizzazione delle mura urbane di Lucca e la straordinaria manutenzione del cavalcaferrovia di viale Europa, per cui servirà circa un milione di euro nei prossimi anni. Teniamo sotto controllo anche i ponti in sofferenza fra cui il ponte lungo l’acquedotto del Nottolini alla Casina delle Rose e quello di Castiglioncello. In questo senso il Comune ha affidato un incarico a una ditta per controllare lo stato di tutti i 56 ponti del Comune di Lucca”.

Nelle prossime settimane il piano triennale dei lavori pubblici sarà affrontato nel dettaglio dalle commissioni. I consiglieri Massimiliano Bindocci (M5S) e Cristina Consani (gruppo misto), oltre a chiedere lumi su situazioni puntuali, hanno anche chiesto all’assessore uno schema di dettaglio degli interventi previsti. Dal presidente della commissione Daniele Bianucci, invece, la richiesta di capire l’impegno del Comune per asfaltature e nuovi punti luce sul territorio. “Sarei molto soddisfatto – chiosa Marchini prima del rinvio della seduta a lunedì prossimo – se per il 2021 riuscissi a ottenere le stesse cifre stanziate nel 2020”.

Ma con 4 milioni di euro in meno…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.