Quantcast

Rontani: “Niente pubblicazione sul sito del Mef, saltano le agevolazioni Imu a Capannori”

L'ex consigliere: "Il termine di scadenza per i pagamenti del 16 dicembre non lascia certo indurre ad ulteriori speranze"

Agevolazioni comunali a Capannori, interviene l’ex consigliere Paolo Rontani.

“Ancora una volta – dice – ed in perfetta sintonia con il governo centrale cui somigliano, eccoci di fronte ad un triste esempio di quanto l’amministrazione comunale di Capannori strombazzi a voce alta su agevolazioni garantite ai cittadini, senza che poi, in realtà, ciò avvenga davvero. Tipico, purtroppo, di chi detiene il potere senza una reale conoscenza delle regole per amministrare”·

“Quando l’assessore Carmassi – spiega Rontani – a nome dell’amministrazionene Menesini (che poi nemmeno partecipò alla successiva seduta di approvazione) il 19 settembre 2020 anticipò pubblicamente che le aliquote Imu per il 2020 sarebbero rimaste le stesse del 2015 e che anche sarebbero state introdotte agevolazioni a favore di cittadini e attività, grazie ad un nuovo regolamento consiliare, poi approvato con deliberazione di consiglio comunale numero 91 del 30 settembre dimenticò di aggiungere alcuni particolari”.

“Dimenticò – spiega Rontani – di preavvisare l’utenza sui mass media, che la delibera consiliare con il nuovo regolamento per legge sarebbe stata efficace solo se l’atto veniva pubblicato sul sito internet del dipartimento delle finanze del ministero economia e finanze e che, in caso di mancata pubblicazione entro il 28 ottobre, sarebbero state applicate le aliquote ed i regolamenti vigenti nell’anno precedente. Cosicchè, tra i cittadini interessati, prima si è diffusa una corsa organizzativa per utilizzare a proprio favore tutte le nuove agevolazioni in apparenza garantite dall’ente, poi, senza pubblicazione avvenuta, si sono visti saltare tutto, con conferma delle stesse cifre precedenti. Il termine di scadenza per i pagamenti Imu, 16 dicembre, non lascia certo indurre ad ulteriori speranze”.

“Tra l’altro – dice Rontani – mi chiedo se la mancata pubblicazione derivi da problemi Covid, che hanno bloccato i funzionari addetti nel Mef o dal loro riscontro oggettivo che il regolamento capannorese, in realtà contiene scelte irregolari e discutibili (parliamo ad esempio dell’ipotesi di “canone concordato” prevista anche per fabbricati commerciali, ma pure di altre facoltà che il comune si autoattribuisce di sua pertinenza, senza effettiva certezza in tal senso) decisioni che era dunque meglio non rendere efficaci? Perchè gli altoparlanti comunali, tanto pronti a far festa prima del tempo, non chiedono scusa alla gente delusa su aspettative  teoriche e fino ad oggi inesistenti?”.

“L’intera opposizione di destra, presente in Consiglio il 30 settembre, votò contro questo regolamento “agevolativo“: mi appello con forza, affinchè lo ricordino e spieghino le cose alla collettività infuriata, prima di trovarsi anche loro sommersi da un’onda lunga, fatta di critiche e disaffezioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.