Quantcast

Protesta contro il ddl Boccia, delegazione ricevuta dal prefetto

Nel mirino dei manifestanti l'autonomia differenziata

Ieri (18 dicembre) si è tenuto a Lucca un presidio in piazza Napoleone per protestare contro l’autonomia differenziata contemporaneamente ad analoghe manifestazioni in 25 città italiane.

Una delegazione dei partecipanti, composta da Giulio Strambi di Rifondazione, Rino Capasso dei Cabas Scuola e Ilaria Nannetti di Potere al Popolo, è stata ricevuta dal prefetto di Lucca.

“Durante l’incontro – spiegano – sono state illustrate le ragioni della giornata nazionale di protesta. Innanzitutto la richiesta di stralcio del ddl Boccia collegato alla legge di bilancio e quindi l’apertura di un dibattito sul Titolo V° della Costituzione e la cancellazione del comma 3 dell’articolo 116 sella Costituzione per garantire uniformità di diritti e delle prestazioni su tutto il territorio nazionale. Si è ribadita la unicità della Repubblica Italiana che non deve essere frammentata in 20 piccole patrie dando ad ognuna la possibilità di gestire autonomamente sanità, scuola, contratti di lavoro e tutela dell’ambiente. Il Prefetto ha preso nota delle osservazioni proposte e si è impegnato a trasmetterle al Governo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.