Emergenza neve, Fratelli d’Italia: “È il risultato dell’abbandono di un intero territorio”

Fantozzi, Reali e Tamagnini: "L'evento meteo non giustifica quello che si è verificato"

“La nevicata delle scorse ore in alta Garfagnana non ha avuto i caratteri dell’eccezionalità. Ma, purtroppo, ha evidenziato lo stato di abbandono dei territori montani della Toscana, in particolari quelli della provincia di Lucca. Il presidente Menesini, invece di chiedere lo stato di emergenza regionale, batta un colpo: non è possibile che qualunque tipo di evento atmosferico metta in ginocchio il territorio della Garfagnana e della Media Valle. La responsabilità politica, provinciale e regionale, è evidente: a causa dei continui tagli fatti alla montagna le zone dell’Appennino si trovano in continua emergenza. I residenti delle zone montane non possono essere considerati di serie B”. A dirlo sono il vicecapogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Vittorio Fantozzi, il referente di Fdi per l’alta Garfagnana, Battista Reali, ed il consigliere di maggioranza del Comune di Castiglione di Garfagnana, Roberto Tamagnini.

“Le strade provinciali versano in condizioni pietose, ogni volta che piove si trasformano in fiumi perché mancano manutenzione e pulizia ordinarie. Nevica qualche centimetro in più e cedono porzioni di territorio. I fondi sono sempre di meno così come il numero dei dipendenti provinciali impossibilitati ad intervenire sull’intero territorio della provincia di Lucca – incalzano Fantozzi, Reali e Tamagnini –  La situazione è grave anche per quanto riguarda le linee elettriche che sono fatiscenti e la sostituzione avviene troppo lentamente. Ci sono residenti da tre giorni senza luce nel comune di Castiglione Garfagnana. Anche le linee telefoniche subiscono spesso notevoli disagi. Servono maggiori risorse da dare alle piccole amministrazioni che da sole non riescono ad affrontare le emergenze”.

“Va riconosciuto – concludono gli esponenti di Fdi – il valore del lavoro e della disponibilità dei dipendenti provinciali, comunali e dei sindaci. Di coloro che, anche durante queste feste, si sono sacrificati per cercare di trovare soluzioni all’ennesimo evento che colpisce l’alta Garfagnana. Si sta abusando della vita dei residenti, ciclicamente alle prese con un territorio che cede ad ogni evento atmosferico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.