Montemagni: “Consentire vaccinazione anche ad anziani non autosufficienti”

La consigliera: "Predisporremo un atto in cui chiediamo di autorizzare il congiunto a poter apporre la propria firma"

“Com’è tristemente noto, purtroppo, il Covid-19 ha colpito duramente gli ospiti delle varie Rsa e quindi è importante, come sta d’altronde avvenendo, che sia data priorità alla vaccinazione degli anziani degenti”.

Così Elisa Montemagni, capogruppo in Consiglio regionale della Lega, che prosegue: “Da alcune segnalazioni provenienti da strutture della lucchesia è però emersa una problematica che riteniamo non debba essere asolutamente sottovalutata. In pratica coloro i quali non siano in grado, autonomamente, di dare il proprio consenso all’inoculazione del vaccino, rischiano di essere esclusi da questa fondamentale opportunità. Ci risulta, infatti – sottolinea la rappresentante della Lega – che neppure i familiari dell’anziano possano firmare l’apposito modulo, mentre l’amministratore di sostegno, qualora presente, può sottoscrivere la documentazione richiesta”.

“Per sanare questa lacuna – continua il consigliere – predisporremo un atto in cui chiediamo espressamente alla Regione di autorizzare il congiunto che solitamente segue il degente a poter apporre la propria firma, permettendo, così, la normale vaccinazione dell’ospite della residenza sanitaria. In tal modo – conclude Montemagni – si eviterebbe il rischio che una percentuale non secondaria di pazienti, resti potenzialmente ancora esposta al coronavirus”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.