Crisi di governo, Mazzeo: “Spero che Mattarella ci conduca fuori”

Il presidente del consiglio regionale toscano: "Imprese a rischio chiusura, lavoratori senza futuro, 80mila morti di Covid: basta con la vecchia politica"

“Spero che il presidente della Repubblica ci conduca fuori da questa crisi”. E’ l’auspicio di Antonio Mazzeo, presidente del consiglio regionale toscano, dopo le dimissioni delle due ministre di Italia Viva e la crisi di governo

“Questo, come ha richiamato il Presidente Mattarella, deve essere il tempo dei costruttori, non serve dividerci, ma occorre dare risposte chiare ed efficaci alle famiglie e alle imprese italianec- spiega Mazzeo – Da noi i cittadini non attendono litigi, spesso incomprensibili, ma azioni per combattere e sconfiggere la pandemia e la crisi economica che Covid-19 ha innescato”.

“Abbiamo già contato oltre 80mila morti – prosegue – stiamo vedendo imprese sull’orlo della chiusura e lavoratori che rischiano di restare senza un futuro, non credo che questo sia il momento adatto per chi ha responsabilità di governo di mostrarsi irresponsabile. C’è un piano di vaccinazioni da seguire e ampliare, ci sono i progetti del Recovery Fund da realizzare per non perdere oltre 220 miliardi di euro. Quindi non è più tempo della vecchia politica che si guarda l’ombelico”.

“Chi ha responsabilità di governo a Roma alzi la testa, esca dal suo teatrino autoreferenziale, e guardi a quello che gli italiani hanno bisogno ora – conclude –  Ecco perché spero che la crisi aperta a Roma si risolva presto e che si possa tornare a governare il Paese che sta soffrendo. Per questo mi auguro che tutti ascoltino il presidente Sergio Mattarella perché spero che il capo dello Stato, con la sua serietà e capacità, ci conduca fuori da questa drammatica situazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.