Montemagni (Lega): “No alla chiusura degli uffici postali dei piccoli comuni”

Approvata una mozione del partito per aumentare gli orari onde evitare il rischio assembramenti

“È inaccettabile che i cittadini, in particolare quelli più anziani siano costretti a code interminabili per pagare, magari, un semplice bollettino postale”. A dirlo è Elisa Montemagni, capogruppo della Lega in consiglio regionale. 

“Tutto ciò sarebbe sempre inammissibile – prosegue il consigliere – ma lo è ancora di più in tempo di pandemia, quando all’inevitabile disagio si associa anche una potenziale possibilità di contagio. Purtroppo Poste italiane ha deciso, nell’ambito di un progetto di riorganizzazione, di ridurre gli orari o addirittura chiudere definitivamente alcuni uffici postali in varie zone della nostra regione”-

“Per tutto ciò – conclude la rappresentante della Lega – abbiamo chiesto, tramite una nostra mozione (primo firmatario il collega Casucci) recentemente approvata, alla Giunta di interloquire con la direzione regionale dell’ente, evidenziandone le palesi criticità e ricordando che il servizio postale rientra tra quelli essenziali di pubblica utilità, senza che si debbano fare penalizzanti distinzioni geografiche.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.