Panchieri (Pd): “Folla a Porta dei Borghi, non si apra un caso politico”

Il segretario del circolo centro storico: "Non si faccia una commissione su quanto accaduto"

“Se è ancora in tempo suggerisco al capogruppo di Sìamo Lucca di non convocare la Commissione di controllo e garanzia per prendere in esame i cosidetti fatti di Porta dei Borghi. Voler ‘ripercorrere i fatti di quella serata, conoscere i turni disposti dal Comando quel giorno, acquisire relazioni, tabulati telefonici,rapporti scritti e quant’altro’ significa trasformare la Commissione consiliare in un organismo inquirente più vicino alle caratteristiche di un’aula di tribunale che non di un organismo politico di confronto su temi”. A dirlo è Roberto Panchieri, segretario del circolo Pd del centro storico.

“Non voglio pensar male, ma se nel mirino si mette solo la polizia municipale e non altri corpi ben più responsabili della sicurezza in città,  significa che c’è unicamente un obiettivo politico, quello di provare a colpire l’assessorato in oggetto. Ma, attenzione agli autogol. A volte per colpire qualcuno in qualsiasi modo si finisce per farne una vittima. Suggerisco, pertanto, al capogruppo di Sìamo Lucca di evitare un eventuale sconfinamento dei poteri dei rappresentanti politici in quelli dirigenziali prevaricandone i ruoli, come scritto da un autorevole Sindacato. Si sa dove si comincia, non si sa dove si finisce”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.