L’ombra del clan in Lucchesia, Montemagni: “Campanello d’allarme da non minimizzare”

La consigliera: “Un plauso agli inquirenti per l'operazione”

“La recente operazione condotta brillantemente dalla Dia testimonia come la criminalità mafiosa e camorrista sia, purtroppo, presente anche a Lucca”.

Così Elisa Montemagni, capogruppo in Consiglio regionale della Lega, che commenta: “E’ doveroso, quindi, che le autorità competenti non abbassino mai la guardia, tra l’altro in un momento in cui, stante la pandemia, diverse attività commerciali in grave difficoltà, rischiano pesantemente di essere avvicinate da strozzini o organizzazioni similari a quella dei Casalesi”.

“Lo stato – precisa l’esponente leghista – deve fare il massimo per scongiurare ulteriori ramificazioni criminali, aiutando concretamente, velocemente ed adeguatamente gli imprenditori in sofferenza. La cellula delinquenziale scoperta in lucchesia – conclude – è un significativo campanello d’allarme che non deve essere assolutamente minimizzato dalle Istituzioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.