Ritardi nelle risposte sull’accesso agli atti, tre consiglieri chiedono di parlarne in commissione

Bindocci, Barsanti e Di Vito attivano il presidente della controllo e garanzia Santini: "Alcune richieste e interrogazioni inevase da tempo"

Convocare una seduta per affrontare i considerevoli ritardi nelle risposte di accesso agli atti richieste dall’opposizione. È ciò che chiedono i consiglieri Barsanti (Difendere Lucca), Bindocci (5 Stelle) e Di Vito (SiAmo Lucca) al presidente della commissione Controllo e Garanzia Remo Santini. “Da troppo tempo siamo in attesa di documenti nonostante i solleciti in consiglio comunale”.

“Come consiglieri di opposizione chiediamo al presidente della commissione controllo e garanzia Remo Santini – dichiarano in una nota Barsanti, Bindocci e Di Vito – di convocare quanto prima una seduta per affrontare i gravi ritardi nelle risposte agli accessi agli atti ed alle interrogazioni. Ci sono richieste per le quali addirittura non è mai arrivata risposta, e altre che vanno ben oltre i tempi indicati dal regolamento del consiglio comunale”.

Gli uffici hanno l’obbligo di esaudire le richieste entro tre giorni – continua la nota – con la sola eccezione dei venti giorni nel caso si tratti di documentazione complessa. In molti casi si sono superati anche i venti giorni, ma ad oggi vi sono delle richieste anche di atti molto semplici ancora inevase, come la lettera inviata dall’amministrazione a Coima riguardo la seconda proposta della società milanese per la ex Manifattura. Una semplice lettera per la quale la richiesta agli atti è protocollata in data 11 gennaio. La stessa cosa dicasi per alcune interrogazioni.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Contrada S.Concordio
    Scritto da Contrada S.Concordio

    Tra le interrogazioni in attesa ancora di risposta, spiccano le quattro che il Comitato per S.Concordio ha inviato a tutti i consiglieri ai fini della presentazione, e che sono state presentate dai 3 consiglieri della minoranza Bindocci Di Vito e Barsanti. Si tratta della interrogazione sulla conformità urbanistica dei seguenti progetti Quartieri Social: galleria coperta alla Montagnola, parcheggio ai Chiariti e strutture sportive al parco via Formica, protocollata il 30 novembre scorso; di quella sulla vendita delle travi metalliche depositate nell’area ex Gesam, protocollata il 15 dicembre scorso; di quella sulla analisi del rischio sito, scavi e consumo suolo nell’area ex Gesam, protocollata il 30 dicembre;infine di quella sulle molte problematiche, dai costi al rispetto delle normative, inerenti il progetto di parcheggio interrato nell’area ex Gesam, protocollata il 31 dicembre scorso. Sono quasi due mesi, in particolare, che aspettiamo la risposta sulla conformità urbanistica di galleria coperta, parcheggio e parte del parchino di via Formica. Speriamo che dopo questo sollecito le risposte arrivino, e complete.