Barsanti: “Sindaco in commissione certifica il fallimento del centrosinistra”

Il consigliere di opposizione: "Dalle parole del sindaco tanti buoni propositi. Ma da quanto tempo governa?"

Dalle parole del sindaco tanti buoni propositi ma una sola certezza: questo centrosinistra ha miseramente fallito”. È il commento alle parole del sindaco Tambellini da parte di Fabio Barsanti, consigliere di opposizione, che rivolge al primo cittadino e alla giunta una domanda: “Da quanto tempo governate?”.

Riqualificazione del centro storico, grandi eventi, turismo slow e ambiente: ecco i progetti per l’ultimo scorcio di mandato Tambellini

“Sono rimasto sorpreso dal discorso del sindaco in commissione bilancio – dichiara Barsanti in una nota – perché, a un anno e mezzo dalla fine del secondo mandato, Tambellini si rivolge ai presenti e a tutta la città come se stesse governando da pochi mesi. È inutile e ipocrita parlare adesso di programmi e obiettivi da raggiungere, la realtà è una soltanto: questa giunta ha fallito negli obiettivi e negli intenti, e i finti propositi del sindaco sono lì a dimostrarlo. Dopo otto anni e mezzo di governo, questa amministrazione non è riuscita a lasciare il segno nella città se non per cose risibili, e non basterà certo un anno e mezzo di finti annunci a far cambiare idea ai lucchesi”.

“Il sindaco parla di facilitare i rapporti tra ente e cittadini – continua la nota – quando questi ultimi manco si ricordano più come egli è fatto, tanta è l’assenza dalla vita della città; per non parlare della scarsa trasparenza nella gestione delle cose e dell’inefficienza di alcuni settori, come l’ufficio edilizia privata tanto per fare un esempio. Il primo cittadino torna a sventolare i ‘patti di confine’ dopo due anni di assenza dai territori e ha il coraggio addirittura di parlare di contenitori nonostante Carmine, Pulia, Bacchettoni e Lorenzini siano fermi al palo e quando sulla Manifattura saranno costretti ad accettare una proposta calata dall’alto e in direzione opposta agli interessi dei lucchesi. Infine, si parla di rilancio del centro storico dopo otto anni e mezzo di peggioramento e di degrado, si dice di puntare sugli eventi quando sappiamo che la situazione per il momento non lo consentirà e si ha la faccia tosta di introdurre il tema dell’ambiente quando Lucca è maglia nera”.

“I proclami del sindaco  – conclude il consigliere di Difendere Lucca – sono la certificazione di un fallimento dell’operato e della più totale assenza di dinamicità e di prospettiva. Sono, con ogni probabilità, un’ammissione di resa, poiché confermano come sin qui niente di ciò che era stato annunciato è stato fatto. Che sindaco e giunta, dopo queste parole, stiano forse tirando i remi in barca e preparando gli scatoloni per avvantaggiarsi? Sarebbe cosa opportuna, come opportuno sarà continuare a lavorare per dare ai lucchesi un’alternativa credibile per consentir loro di voltare pagina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.