Probabile zona arancione, Mallegni: “Giani faccia di tutto per salvare il weekend di San Valentino”

E sui vaccini: "Sono un'arma ma devono essere accompagnati da misure strategiche di contorno"

“Prendiamo atto del ritorno alla zona arancione, era presumibile infatti una recrudescenza dopo la folla delle scorse settimane. Auspico però che il presidente Giani faccia di tutto per evitarla prima del fine settimana. Consentiamo ai ristoranti, bar e attività commerciali di restare aperti in questo fine settimana di San Valentino e poi, eventualmente, lunedì rientriamo in zona arancione, se proprio dobbiamo”.

Dopo l’appello del sindaco e presidente della Provincia Luca Menesini non si fa attendere anche il commento del senatore di Forza Italia Massimo Mallegni: “La problematica di questa situazione è ovviamente legata alla struttura sanitaria regionale sulla disposizione dei vaccini e sulla possibilità di mettere nelle condizioni ideali i cittadini per poterseli fare. Il sistema è andato in tilt, sia a livello nazionale che regionale, e noi – personalmente – abbiamo un’idea diversa di vaccinazione”.

“Il piano strategico vaccinale di Forza Italia si basa infatti su un principio fondamentale: per risolvere l’emergenza sanitaria, e poter quindi agire su quella economica, abbiamo un’unica arma e questa è il vaccino. La strategia messa in campo dal governo – prosegue Mallegni – non ha concepito nessuna misura strutturale che permetta al paese di intravedere una possibile via d’uscita. Il vaccino è un’arma – come abbiamo detto – ma non si può considerare una panacea: esso, infatti, deve essere accompagnato da misure strategiche di contorno che permettano di velocizzare al massimo la campagna vaccinale”.

 “Nei prossimi giorni – conclude – faremo delle proposte mirate sul tema, perché se non procediamo rapidamente, l’economia, che già è in ginocchio, sarà completamente disintegrata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.