Ringhiere sulle mura, Santini (Siamo Lucca): “Il sindaco sta mancando di rispetto alla città”

Il capogruppo replica alle affermazioni fatte ieri sera (22 settembre) dal sindaco Tambellini a Noi tv

“’Se al sindaco che verrà dopo di me non piacciono le barriere, piglia la mola, si mette lì con un camioncino accanto e tira tutto al ferraccio’. Sembra uno scherzo, eppure questa precisa frase è stata detta dal sindaco Tambellini ieri sera (22 febbraio) nel corso del telegiornale di Noitv per replicare alla nostra mobilitazione sul no all’invasione delle ringhiere su almeno tre chilometri di parapetti interni e su salite e discese del nostro monumento simbolo. Sono sconcertato”, lo afferma Remo Santini, ideatore con la lista civica SìAmoLucca e primo firmatario delle petizione su Change.org che sta raccogliendo un boom di adesioni (superate le mille e 200, ora viaggia spedita verso il prossimo obiettivo delle mille e 500) .

“Capisco che sia a fine mandato e che non possa ricandidarsi nel 2022, ma non può permettersi di essere così sprezzante non tanto con noi, quanto con le centinaia e centinaia di cittadini che hanno già firmato per dire no – commenta Santini -. E’ una grave mancanza di rispetto nei confronti dei lucchesi che chiedono una modifica radicale del progetto, nel quale fra l’altro neanche lui crede e una mancanza di rispetto anche di fronte ai soldi che si spenderanno in questa sciagurata operazione”, replica Santini.

“Progetto che è stato nascosto finora nei dettagli e mai presentato nel corso di assemblee o incontri pubblici. Come se non bastasse, sempre al tg di Noitv, Tambellini ha detto queste altre testuali parole: ‘c’è una legge che addossa tutto al sindaco, ritenuto responsabile anche delle cavallette e del tempo che fa, ed è necessario quindi che possa svolgere il suo lavoro con un minimo di tranquillità’”.

Aggiunge Santini: “Ma come, per evitare rischi al sindaco, allora si recintano tutte le mura? E’ questo la soluzione del problema? Oppure, come chiediamo noi, la stella polare deve essere non snaturare e rovinare le mura, e sistemare eventuali dispositivi di protezione solo in pochi punti a rischio? Tambellini, che rappresenta anche il centrosinistra che lo sostiene, ha toccato veramente il fondo. E dovrebbe chiedere scusa ai cittadini. Come si dice dalle nostre parti, ‘ir troppo stroppia’. Alle sue dichiarazioni sorrido per non piangere, mentre la nostra petizione va avanti in maniera ancora più convinta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.