Quantcast

Il Consiglio parla della Lucca ‘dopo il Covid’: 40 gli interventi in programma

Da Francesca Fazzi a Beatrice Venezi, assise fiume ma a distanza con assenze importanti

Alla fine le defezioni non sono mancate. Saranno 40, rispetto agli oltre 50 invitati, i partecipanti al consiglio comunale “fiume”, straordinario ed aperto agli interventi esterni (ma tutto in forma virtuale), in programma a partire dalle 15 di domani (25 febbraio) con al centro il tema Dopo il Covid.

Esponenti della società civile, professionisti, rappresentanti delle associazioni di categoria, semplici cittadini. I nomi sono emersi dalle proposte dei consiglieri capigruppo in consiglio comunale. Ciascuno avrà a disposizione sei minuti per il proprio intervento e al quinto verrà invitato a concludere.

Questo l’ordine degli interventi così come stabilito dalla segreteria del consiglio comunale dopo la raccolta delle adesioni. Aprirà la presidente di Lucca Crea, Francesca Fazzi seguiranno, in ordine di intervento, Andrea Rapaccini di Music Innovation Hub, Sergio Ardis del comitato etico dell’Asl Toscana Nord Ovest, Michela Fucile di Confartigianato, Domenico Raimondi, Arianna Chines, Carla Saccardi, Daniele Fisicaro, Daniele Micheli, il gestore dei cinema lucchesi Simone Gialdini, Gaetano Scognamiglio di Promo Pa, Simone Pellico, Rodolfo Pasquini di Confcommercio, Fabrizio Barsotti, Carla Guidi, Annateresa Rondinella del Club Unesco di Lucca, l’architetto Pietro Carlo Pellegrini, Pietro Pietrini di Imt Lucca, Leris Fantini, Gabriele Mandoli, Umberto Sereni, Emanuele Rossi, il direttore generale del Pucciniano Franco Moretti, Eros Tetti, Alessandro Capocchi, Giulio Grossi di Confindustria, Massimo Viviani, Marco Banti, Anna Maria Meo del Teatro Regio di Parma, Elvio Cecchini, il progessor Mario Morroni, Giulia Cordella, Giorgio Dal Sasso della Piana Del Cibo, Donatella Turri di Caritas, Andrea Balestri, Andrea Colombini, Vezio De Lucia, Massimo Rovai e la direttrice d’orchestra, Beatrice Venezi.

A questi nomi si è aggiunto in extremis anche il rappresentante della commissione europea a Roma, Antonio Parenti, come annunciato dall’assessora Chiara Martini.

Fra le ‘defezioni’ rispetto alle richieste e agli inviti, spicca quella di Mimmo D’Alessandro del Summer Festival. Non ci saranno neanche, fra gli altri, Rossano Rossi della Cgil, Maurizio Vanni del museo Lu.C.C.A. e il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, presente nell’elenco presentato dal capogruppo di SiAmo Lucca, Remo Santini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.