Quantcast

I sindaci della Piana insieme per sostenere il grido d’allarme delle imprese del territorio

Lettera congiunta a Confcommercio e Confesercenti: "Dialogo con governo e Regione per ristori immediati e congrui"

Solidarietà alle categorie economiche scese in piazza per la manifestazione Salviamo le imprese, organizzata anche a Lucca da Confcommercio Lucca e Massa-Carrara e Confesercenti Toscana Nord. A esprimerla sono i sindaci Alessandro Tambellini (Lucca), Luca Menesini (Capannori), Sara D’Ambrosio (Altopascio), Leonardo Fornaciari (Porcari), Elisa Anelli (Villa Basilica), Andrea Bonfanti (Pescaglia) e la vicesindaco di Montecarlo, Marzia Bassini, con una lettera congiunta indirizzata ai presidenti delle due organizzazioni di categoria.

“Esprimiamo la massima solidarietà alle attività commerciali, economiche, sportive, artigianali e produttive che oggi sono scese in piazza per la manifestazione Salviamo le imprese, alla quale ha partecipato questa mattina anche una nostra delegazione – scrivono – Una solidarietà che va letta come reale preoccupazione per i pesanti effetti che la pandemia lascerà nei settori più colpiti, soprattutto in relazione a tutto quello che questo comporterà anche in termini di ricadute sociali sul territorio: dietro a ogni bottega, dietro a ogni negozio, dietro a ogni palestra, dietro a ogni impresa ci sono persone, famiglie, storie, progetti, sacrifici, sogni. La pandemia non sta colpendo tutti allo stesso modo e chi governa, dal livello nazionale a quello locale, ha il dovere di rappresentare la voce di chi soffre e mettere in atto tutto il possibile per garantire un sostegno rapido ed efficace”.

“Per questo motivo – aggiungono gli amministratori – torneremo a farci sentire con la Regione Toscana e con il governo affinché i ristori siano immediati e congrui e affinché – nella fase di ripartenza vera e propria, che siamo tutti chiamati a progettare e a costruire – venga garantito il massimo sostegno ai settori del commercio, del turismo, dello sport, della cultura, dello spettacolo, che, con il loro indotto, rappresentano uno dei motori economici più trainanti dei nostri territori. Sono settimane delicate, i contagi sono nuovamente in crescita anche nella nostra provincia, la campagna vaccinale è iniziata e a breve raggiungerà anche nuove categorie e a questo proposito chiederemo al Governo di velocizzare la vaccinazione. Vediamo la luce in fondo al tunnel, ma abbiamo ancora un tratto di oscurità da percorrere ed è proprio ora che non ci possiamo permettere di abbassare la guardia, che non possiamo annullare tutti gli sforzi, i sacrifici, le rinunce compiuti in questi mesi. Capiamo quanto per voi sia difficile e preoccupante la situazione, ma dobbiamo stringere i denti e concentrare gli sforzi, continuando – insieme, con la responsabilità che vi ha contraddistinti per l’intero anno – a fare un forte richiamo al rispetto delle regole e alla necessità di osservare, quotidianamente, i comportamenti corretti per limitare la diffusione del contagio e uscirne quanto prima”.

“In noi – concludono – trovate interlocutori disponibili e attenti, pronti a supportarvi e ad ascoltarvi: in tutti questi mesi abbiamo stanziato risorse e previsto bandi per sostenere il settore e continueremo a farlo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.