Quantcast

Manifattura sud, SiAmo Lucca: “Comune ha chiesto a Coima un mese in più per valutare il progetto”

Il gruppo di opposizione: "Emersi rischi di danno erariale". Presto una nuova mozione in Consiglio

“Sul project financing per l’ex manifattura, il Comune ha chiesto a Coima di prorogare di un mese la scadenza imposta dalla società milanese per valutare la fattibilità della proposta presentata: è la prova che quanto andiamo sostenendo da mesi è fondato, ovvero che ci sono forti criticità da risolvere”. A rendere noto lo slittamento al 25 marzo è l’ex candidato sindaco Remo Santini, attuale capogruppo della lista civica SìAmoLucca in consiglio comunale.

“La nostra posizione è giusta – spiega Santini – Dallo studio delle carte sono emersi infatti da subito rischi di danno erariale per l’ente pubblico a causa del trasferimento dell’incasso dei parcheggi al privato, così come altri dettagli quali la cessione per sempre la proprietà dell’edificio che non andrà alla Fondazione Cassa bensì alla società di gestione, la perdita della tassa di occupazione del suolo pubblico Cosap. Alcuni di questi elementi in contrasto con la normativa, che non consente di approvare project per opere pubbliche quando il proponente, quindi Coima, richiede un contributo superiore alla metà dell’investimento”.

Ma Santini sottolinea di rimanere colpito da un altro particolare. “Dal carteggio risulta infatti che il Comune, dal dicembre scorso, sollecita a Coima l’invio di documentazione ritenuta fondamentale per proseguire l’istruttoria, ma che questa non viene consegnata – spiega l’ex candidato sindaco – Perché? Attenzione, qui non servono salti nel vuoto ma la massima trasparenza”.

Santini coglie l’occasione della novità per ringraziare le componenti di centrodestra che stanno conducendo la battaglia. “Peccato per la bocciatura dell’attivazione di un processo partecipativo sull’ex manifattura in base della legge regionale 46/2013, proposta dalla capogruppo della Lega Elisa Montemagni – conclude Santini – ma ora ci auguriamo che una mozione che presto sbarcherà in consiglio comunale a Lucca, per attivare un percorso partecipativo con cittadini e associazioni, possa invece andare in porto ed essere votata da tutti. E plaudiamo alla posizione di Forza Italia, che chiede come l’ex manifattura non venga ceduta per sempre e resti di proprietà pubblica, così come il raddoppio di posti auto rispetto al progetto previsto, nonché la tutela degli incassi dalla sosta che spettano al Comune. Ringraziamo i partiti per l’impegno di approfondimento che stanno mettendo su questa vicenda, fondamentale per il futuro della città“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.