Quantcast

Concorso dirigenti, Santini: “Dubbi su commissione giudicatrice”

Il presidente della commissione consiliare Controllo e garanzia: "Selezione nata male, si persevera nel non volerla rendere cristallina"

“Domani (4 marzo), con la prova scritta, parte il concorso bandito dal Comune di Lucca per l’assunzione di due dirigenti a tempo indeterminato. Ma sulla composizione della commissione giudicatrice ravvisiamo delle possibili anomalie, sulle quali credo sia necessario un chiarimento urgente”.

A dirlo è il consigliere comunale della lista civica SìAmoLucca 2022, Remo Santini, in qualità di presidente della commissione consiliare Controllo e garanzia: “In particolare penso sia necessario conoscere i criteri con cui l’amministrazione Tambellini ne ha nominato i componenti, considerando che  tra coloro che partecipano al concorso, ci sono attuali dirigenti pro-tempore del Comune nonchè altri dipendenti – sottolinea Santini -. Partiamo dal presidente della commissione: la scelta è caduta sul dirigente della stazione unica appaltante/Centrale unica di Committenza, patrimonio e avvocatura nonché vice segretario dell’amministrazione, Graziano Angeli,  sulla professoressa Cristina Napoli, docente alla Scuola universitaria superiore Sant’Anna di Pisa, Andrea Bertoncini, libero professionista e Ornella Coronese, dipendente del Comune di Lucca. Siamo certi, visto che nel concorso è prevista una riserva per candidati interni, che non ci siano situazioni che rispecchiano inopportunità o illegittimità di alcuni di questi membri?“.

“Parto dal dire che quando ci sono concorsi per dirigenti, in molti altri enti locali l’incarico di presidente della commissione viene affidato al segretario generale, figura ritenuta super partes – precisa Santini -. Poi, a quanto emerge sempre in questo caso, alcuni membri della commissione giudicatrice hanno rapporti diretti di lavoro con candidati che prenderanno parte al concorso, tra l’altro in posizione subalterna nell’attuale organizzazione degli uffici comunali e con ruoli di diretta collaborazione – sottolinea ancora il presidente della commissione Controllo e garanzia – e ad una prima valutazione non sembrano nemmeno rispettati i criteri di non conoscenza tra i membri della commissione giudicatrice e alcuni dipendenti del Comune che prenderanno parte alla prova per tagliare il traguardo di un’assunzione definitiva nel ruolo di dirigente”.

Conclude Santini: “Qualche mese fa avevo già sollevato obiezioni sul concorso perché ritenevo che fosse stata creata una corsia preferenziale illegittimita a favore degli interni, ora mi sembra discutibile la scelta della commissione giudicatrice: insomma, invoco trasparenza. Mi pare un concorso nato male, e che si perseveri nel non volerlo rendere cristallino come si dovrebbe”.    

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.