Quantcast

Elezioni 2022, Italia Viva detta la roadmap: “Confronto aperto per una coalizione di centrosinistra o andiamo da soli”

Per i renziani lucchesi se salta il tavolo con il Pd nessuna pregiudiziale al confronto se non con Movimento Cinque Stelle e Fratelli d'Italia

Anche Italia Viva di Lucca condivide l’intervento di Marco Remaschi, dirigente regionale di Azione, sui tempi ed i modi per una possibile presentazione di una proposta politica comune del centrosinistra, per le prossime elezioni comunali a Lucca.

“Se il Pd lucchese – dicono Alberto Baccini e Francesco Colucci – ormai in declino, pensa di venire, all’ultimo momento, a proporre soluzione preconfezionate di programmi e uomini frutto dei loro compromessi di potere interni, fa un errore politico decisivo. Il Pd lucchese, se vuole ricercare un accordo, deve presentarsi con davanti un foglio bianco e la disponibilità ad un discorso ampio, partecipato, ricco di contenuti innovativi rispetto al presente, da condividere e discutere, con una mobilitazione di persone e di idee, per un libero confronto su un programma forte, nuovo e sentito dalla gente, che non dia niente per scontato”.

“Progetti, programmi, uomini, nuovi e rinnovati rispetto ad una gestione Tambellini – dicono – onesta, ma grigia e poco presente, per idee e fatti, nella realtà sociale ed economico della città. Dobbiamo coinvolgere tutte le forze vive della società civile lucchese fuori dagli steccati dei partiti, con una particolare attenzione alle liste civiche di centro, ai movimenti spontanei sorti a difesa di Lucca, sulla vicenda della manifattura e non solo”.

“Il Pd lucchese – dicono da Italia Viva – è da tempo, colpevolmente assente sui grandi temi: assi viari, raddoppio ferroviario, nuovo ponte sul Serchio, casello di Mugnano, smaltimento e riutilizzo dei rifiuti del cartario e non solo. Se deciderà di chiudersi in se stesso per portare avanti, arrogantemente, programmi, schieramenti e uomini già decisi nel segreto delle loro stanze, Italia Viva Lucca, lavorerà per un percorso autonomo, scevro da qualsiasi condizionamento, aperto alla società civile e a tutti coloro che hanno al centro i valori di Lucca e dei suoi cittadini, con due sole pregiudiziali di incompatibilità politica: 5 Stelle e Fratelli d’Italia“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.