Quantcast

Fantozzi e Martinelli (FdI): “Ci faremo promotori delle richieste di parrucchieri e centri estetici”

Gli esponenti: "Organizzeremo un incontro online con gli imprenditori che disperatamente chiedono di riaprire"

“Raccogliamo l’appello dei parrucchieri e centri estetici e ci faremo promotori delle loro richieste. Organizzeremo un incontro online con gli imprenditori che disperatamente chiedono di riaprire”, Lo annunciano il consigliere regionale Vittorio Fantozzi, vicepresidente della commissione Sviluppo economico, ed il capogruppo in consiglio comunale a Lucca, Marco Martinelli.

Il settore benessere è stato messo a dura prova da decreti e zone rosse. Prevalgono sentimenti di rabbia e confusione e la domanda più frequente è sempre la stessa: ‘Quando potremo riaprire?’. Chiedono alle istituzioni locali di interessarsi alla loro causa e di portarla avanti nelle sedi opportune. Dietro a ogni attività, grande o piccola, ci sono famiglie, problemi e mutui, e senza lavorare tutto diventa insormontabile. Altra mazzata è la zona rossa a cavallo di Pasqua, una settimana che tradizionalmente è un caposaldo per gli incassi del comparto e serve per compensare i periodi di bassa stagione – fanno notare Fantozzi e Martinelli -. Parrucchieri ed estetisti adottano rigidi protocolli di sicurezza e rispettano le procedure. L’obbligo di accogliere clienti dietro appuntamento, elimina ogni possibilità di assembramento. Per loro è importante non perdere la clientela fidelizzata ed evitare di aiutare il lavoro in nero. In provincia di Lucca, il settore dell’acconciatura conta più di 600 imprese per circa mille e 800 addetti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.