Quantcast

Morto a 73 anni l’ex presidente Geal, Roberto Davini

Malore nella notte, lascia la moglie e due figli. È stato anche nel cda della Lucchese

Lutto nel mondo della politica cittadina. È morto a 73 anni Roberto Davini, ex presidente della Geal dal 2000 al 2007 e già componente anche del consiglio di amministrazione della Lucchese.

Davini, imprenditore di lungo corso, residente a Massarosa, lascia la compagna Adriana Vannetti e tre figlie. È stato colto da un improvviso malore nella notte e non sono serviti i soccorsi.

Immediati i messaggi di cordoglio di tutti coloro che lo hanno conosciuto anche nella sua attività politica, prima da iscritto a Forza Italia quindi da anima critica del centrodestra.

Il coordinatore provinciale di Forza Italia  Maurizio Marchetti si stringe attorno alla famiglia per la scomparsa di Davini.

“Anche se da qualche tempo non faceva più attività politica – spiega Marchetti -, Roberto Davini resta una delle espressioni migliori di Forza Italia a Lucca e ,in generale, di un centrodestra di governo che lui ha onorato al meglio come presidente della Geal e nella sua attività quotidiana.  Persona di grande spessore umano, liberale convinto e guidato da un rispetto straordinario per gli altri e per tutte le attività, senza alcun snobismo o pregiudizio, Davini riusciva a essere benvoluto da tutti pur mantenendo la barra dritta delle sue convinzioni e dei suoi ideali”.

“Innamorato di Lucca – prosegue Marchetti -, della Lucchese, lascerà un vuoto importante in tutti quelli che lo hanno conosciuto.  La sua indipendenza di pensiero, la sua esperienza all’estero dove aveva ottenuto grandi risultati che poi ha messo a disposizione di Lucca e dei lucchesi, lo rendono uno dei figli migliori di questo territorio.  Chi gli ha voluto bene, come noi,  non lo dimenticherà mai. Un grande abbraccio alla famiglia, cui giungano le nostre più sentite condoglianze”.

Alberto Baccini anche a nome di Italia Viva e Francesco Colucci con i Socialisti Riformisti, di cui ha fatto anche parte, piangono l’improvvisa scomparsa di Roberto Davini, “un caro amico ed un amministratore pubblico, capace e fattivo”.

“Alla famiglia – scrivono – le più sentite condoglianze”.

“Ho appreso dell’improvvisa scomparsa di Roberto Davini, una notizia che mi provoca un grande dispiacere – scrive il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini -.  Me lo ricordo, Roberto, quando, dal 2000 al 2007, ha ricoperto l’incarico di presidente di Geal. Mi stringo intorno alla famiglia e agli amici in questo momento di estremo dolore: a loro esprimo le mie condoglianze e quelle dell’amministrazione comunale”.

Condoglianze anche dalla società Lucchese: “La società unitamente a dirigenza, staff e squadra, si unisce al dolore per la scomparsa di Roberto Davini, da sempre vicino ai colori rossoneri, e porge alla famiglia ed ai cari le più sentite condoglianze”.

I funerali si terranno lunedì prossimo (12 aprile) alla chiesa di Sant’Anna. Saranno rispettate tutte le norme anticontagio previste per il contenimento della pandemia. La presenza alla funzione, quindi, sarà contingentata.

Alle condoglianze ai famigliari si unisce anche l’intera redazione di Lucca in Diretta.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.