Caos vaccinazioni, Cambiamo: “Toscana tra le ultime regioni in Italia”

il partito lucchese: "Intere categorie inserite come prioritarie a discapito dei veri soggetti a rischio"

Cambiamo! interviene sul caos vaccinazioni della Regione Toscana, e lo fa con una nota del comitato provinciale di Lucca, tramite i rappresentati Simonini e Marsili: “Da settimane – scrivono – nonostante i molti annunci, il portale per le prenotazioni della Regione Toscana rimane chiuso, mentre divampa la protesta tra la gente, che rimane in attesa di risposte concrete”.

“Gli annunci sulla stampa scorrono via come se i risultati fossero già acquisiti, mentre le persone attendono, sfiduciate e arrabbiate questa situazione di stallo della Regione, e di una programmazione evidentemente poco consona alla realtà – proseguono – Dopo aver lasciato clamorosamente fuori gli estremamente vulnerabili e gli over 80, con i numeri peggiori di tutta Italia. Gli sbagli delle settimane passate sono tangibili a tutti, intere categorie inserite come prioritarie a discapito dei veri soggetti a rischio”.

“Se da un lato – commentano – si parla di presidi ospedalieri in difficoltà, dall’altro in Toscana si vanno a vaccinare in massa persone considerate a basso rischio, lasciando fuori chi a contatto con il virus rischia sicuramente di più, anche in termini di possibili ricadute su future ospedalizzazioni. Una politica certo fallimentare nel modo di organizzare l’immediato, ma ben più deleteria nel considerare le ricadute future nei numeri”.

“Mentre fuori divampa la polemica e la situazione di piazza diventa incandescente, con intere categorie costrette al blocco forzato delle proprie attività, la giunta regionale – concludono – corre ai ripari annunciando il ripristino delle prenotazioni, senza però rivedere quelle vaccinazioni che hanno destato non poche polemiche, a favore dei più giovani e forti”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.