Quantcast

Fratelli d’Italia, dibattito per il rilancio delle zone montane

Il vicecapogruppo in consiglio regionale Vittorio Fantozzi: "Denunciamo incuria e lo stato di abbandono e le pesanti difficoltà di infrastrutture e trasporti"

Domani (13 aprile) alle 21, in diretta Facebook e sul canale YouTube di Vittorio Fantozzi consigliere regionale della Toscana, si svolgerà una conversazione sul tema L’uomo, la natura e la comunità: il futuro è conservare l’ambiente, organizzata in collaborazione con il dipartimento di cultura rurale di Fratelli d’Italia Toscana.

La conversazione, introdotta da Vittorio Fantozzi, vicecapogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, e moderata dal giornalista Andrea Pannocchia, prevede la presenza di Ferrante De Benedictis, autore del libro L’uomo custode della natura – Un viaggio alla scoperta della conservazione dell’ambiente, edito da Giubilei Regnani, le cui tematiche forniranno il pretesto per il dibattito.

Assieme a lui interverranno Gabriele Brunini, governatore della Fraternita di Misericordia di Borgo a Mozzano, Marco Reali, sindaco di Sillano Giuncugnano, Roberto Tamagnini, presidente del dipartimento di cultura rurale di Fratelli d’Italia in Toscana. Le conclusioni saranno affidate a Fabrizio Rossi, coordinatore regionale toscano di Fratelli d’Italia.

“I relatori toscani che interverranno – dicono dal partito – ricoprono ruoli importanti all’interno di enti e istituzioni della provincia di Lucca e in particolare della Garfagnana, una zona bellissima ma di recente colpita da fenomeni di maltempo che hanno causato ingenti danni soprattutto a causa dell’incuria in cui è stato lasciato il territorio, a testimonianza di una perdita di interesse e di visione strategica degli amministratori locali e regionali verso i territori montani e più in generale verso le aree fragili e periferiche della Toscana”.

“Fratelli d’Italia si sta occupando di ridare dignità a questi territori, denunciando non solo lo stato di abbandono in cui sono lasciati ma anche le pesanti difficoltà in settori come le infrastrutture e i trasporti – sottolinea Fantozzi – L’impegno del partito è quello di mettere a frutto gli spunti scaturiti dal dibattito per arrivare a formulare proposte che affrontino strutturalmente i temi all’ordine del giorno nel dibattito sulle questioni ambientali”.

“Pensiamo a misure economiche e fiscali per creare, nelle aree interne, condizioni favorevoli all’insediamento di attività commerciali, in particolare di quelle rispettose degli equilibri ecologici – annuncia il consigliere regionale – Pensiamo a criteri più flessibili di valutazione per non sottrarre servizi come i punti nascita o gli ospedali “periferici”. A misure per rendere conveniente la salvaguardia dell’assetto idrogeologico e la cura dei boschi ma soprattutto il ritorno delle persone a vivere in luoghi così importanti per la nostra cultura e la nostra identità. Per esempio garantendo che la fibra ottica sia presente dovunque e che ciò consenta di superare il digital divide con le zone più urbane e sviluppate, o facendo in modo che le ristrutturazioni di antichi edifici o di borghi non siano gravate da tassazioni eccessive o sia addirittura tax free. La natura si difende vivendola”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.