Quantcast

Manifattura sud, Pd: “Opposizione perde ogni giorno di credibilità”

Il gruppo consiliare: "Diffuso un documento pubblico che si riferisce solo a un test di impiantistica. Nulla è deciso e il consiglio comunale è sovrano"

Manifattura sud, il gruppo Pd all’attacco dell’opposizione: “Perde ogni giorno che passa di credibilità”. 

“Pierino e il lupo! – dicono i consiglieri dem – Evidentemente alcuni politici locali non hanno mai letto la famosa novella di Pierino e il lupo per la quale il falso allarme è controproducente. O forse l’hanno letta e non l’hanno capita, oppure non la ricordano. Poiché riteniamo che quando si parla lo si faccia con cognizione di causa, alla lettura del comunicato dell’opposizione che sulla vicenda del recupero dell’ex Manifattura ormai rappresenta solo una parte del centrodestra, ci siamo allarmati e siamo andati a verificare lo stato dei fatti dai quali è emerso che i progetti relativi al recupero della Manifattura si riferiscono a mere questioni impiantistiche finalizzate alla verifica della tenuta degli impianti idrici, tra cui le fognature. Per cui il progettista ha presentato l’impianto nell’ambito di una potenziale struttura che stressasse al massimo gli impianti. In sostanza: i quattro consiglieri gridano “al lupo, al lupo”, perdendo ancora una volta di credibilità”.

“A parer nostro – dicono dal gruppo Pd – il cittadino dovrebbe essere rassicurato sul fatto che l’amministrazione sta governando la città attraverso una visione complessiva e una serie di iniziative e di progetti e sul fatto che, dal canto suo, l’opposizione vigila sull’operato dell’amministrazione comunale. Non dovrebbe, al contrario, essere messo in allarme ad ogni piè sospinto, attraverso la sistematica insinuazione di dubbi che arriva, in modo del tutto ridicolo, anche alla richiesta di dimissioni del sindaco, colpevole, secondo loro, di aver omesso la verità. Ma dove? Quali sarebbero le omesse verità se quello che anche loro hanno presentato è un documento pubblico, fornito loro dal Comune?”.

“Ci teniamo a tranquillizzare la cittadinanza ricordando che niente è stato ancora deciso – prosegue il gruppo di maggioranza guidato dal consigliere Roberto Guidotti – che il nostro percorso è stato chiaro lineare e coerente e se questo non bastasse ci sono più elementi di garanzia per la nostra città che consentono ai nostri concittadini di dormire sonni tranquilli: l’amministrazione comunale e la maggioranza che la sostiene non è un soggetto cieco, sordo e insensibile. Durante il mandato abbiamo portato a termine progetti importanti e risanato i conti pubblici, consentendo importanti riqualificazioni sul territorio e attenzioni da parte di molti investitori; la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, nei tanti interventi fatti per la città, ha dimostrato grande attenzione soprattutto verso il patrimonio vincolato. Basti pensare alla qualità del restauro del San Francesco; la Soprintendenza persegue ovviamente gli obiettivi cui è preposta e lo fa con tutte le attenzioni e tutte le limitazioni del caso; il piano attuativo è lo strumento urbanistico scelto dall’amministrazione comunale, che consentirà di avviare un percorso di partecipazione su cosa verrà fatto dentro la Manifattura, attraverso la consultazione della cittadinanza; per ultimo, ma non per questo meno importante, c’è il consiglio comunale, che è sovrano nella gestione di questa città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.